Serie A, la Lazio mette il turbo: Pedro e Milinkovic-Savic stendono il Monza, biancocelesti secondi in classifica

WhatsApp
Facebook

I Nostri Sponsor

LE FORMAZIONI UFFICIALI DI MONZA-LAZIO:

MONZADi Gregorio; Donati, Pablo Marì, Marlon; Ciurria, Machin, Rovella, Carlos Augusto; Sensi, Caprari; Petagna.

LAZIOProvedel; Lazzari, Casale, Romagnoli, Hysaj; Milinkovic, Cataldi, Luis Alberto; Pedro, Felipe Anderson, Zaccagni.

LA PARTITA

Lazio pericolosa in apertura con il solito funambolico Felipe Anderson, padroni di casa che rispondono con il filtrante di un ispirato Sensi per Caprari, Provedel è attento, sventando di fatto la minaccia, cui fa seguito, senza fortuna, il tentativo di Carlos Augusto (11′). Pedro scalda i motori al 12′, prima della rete del vantaggio griffata proprio dall’ex esterno del Barcellona: cross di Zaccagni all’indirizzo di Felipe Anderson, palla che carambola sui piedi del folletto in maglia 9 che fa 0-1, retroguardia lombarda immobile. Biancocelesti in totale controllo del match, Di Gregorio risponde presente al rasoterra di Zaccagni, Monza che però non resta a guardare sfiorando di fatto il pari con il colpo testa di Sensi su cross al bacio di Ciurria. Ospiti a tratti dominanti, ci prova anche Luis Alberto dalla distanza, sfera che si perde di poco oltre il palo della porta difesa sapientemente da Di Gregorio. Brianzoli che caricano a testa bassa, al 32′ la chance è sul destro di Rovella, conlusione che non inquadra lo specchio di porta, dopodichè è il turno di Petagna impegnare severamente Provedel un minuto dopo, nell’occasione autentico miracolo dell’ex portiere dello Spezia. Finale di tempo ad appannaggio degli uomini di Maurizio Sarri che chiudono i primi 45′ in vantaggio, decide il goal di Pedro. Seconda frazione di gara che si apre con tre cartellini gialli sventolati dal direttore di gara all’indirizzo di Ciurria, Caprari e Marlon, quest’ultimo reo di un brutto fallo ai danni di Zaccagni. Lazio che raddoppia al 55′ con una magnifica punizione di Milinkovic-Savic, dentro al 65′ anche Ciro Immobile in luogo di Pedro, immediatamente pericoloso dalle parti di Di Gregorio. Al via la consueta girandola di sostituzioni da una parte e dall’altra, Monza che cala alla distanza, Lazio in totale controllo del match. Nel finale spazio anche per Pellegrini in luogo di Lazzari, Provedel prodigioso su Colpani in pieno recupero.


Iscriviti alla Newsletter

Articoli che ti piaceranno

Se ti è piaciuto quest’articolo, amerai questi che ti proponiamo qui