Serie A, una monumentale Salernitana ferma la corsa della Lazio: tris dei campani all’Olimpico con super Candreva e nono posto in classifica

WhatsApp
Facebook

I Nostri Sponsor

LE FORMAZIONI UFFICIALI:

LAZIO – Provedel; Lazzari, Casale, Romagnoli, Marusic; Vecino, Cataldi, Luis Alberto; Pedro, Felipe Anderson, Zaccagni.

SALERNITANASepe; Gyomber, Daniliuc, Fazio; Mazzocchi, Candreva, Radovanovic, Coulibaly, Bradaric; Piatek, Bonazzoli.

LA PARTITA

La prima occasione del match, all’Olimpico, è per Mattia Zaccagni: bello lo scambio sull’out mancino con Felipe Anderson, tocco di ritorno del brasiliano per l’ex Verona che lascia partire un destro a giro che si spegne di poco alto sopra la traversa della porta difesa da Sepe. Salernitana però molto attenta a non concedere spazi agli uomini di Maurizio Sarri, al 20′ destro da fuori di Daniliuc, Provedel c’è e blocca la sfera. Trascorrono sessanta secondi e la Lazio va in rete con Felipe Anderson: gran palla in verticale di Cataldi bravo nel pescare il taglio del numero 7 che mette dentro, goal però annullato per fuorigioco. Capitolini che ci provano prima con Zaccagni, poi con Pedro, doppio passo dello spagnolo e palo esterno. Ecco che sul finire del primo tempo, sale in cattedra Luis Alberto: corridoio visionario del numero 10 per l’inserimento di Zaccagni che, con l’esterno scavalca Sepe, per il vantaggio biancoceleste. Seconda frazione di gara che si apre con una colossale palla goal fallita da Vecino che, a tu per tu con Sepe, fallisce il raddoppio per i padroni di casa. Goal mangiato, goal subito tanto che al 51′ una Salernitana sorniona, trova il pari grazie ad un super goal di Antonio Candreva, grande ex della partita: lancio di Mazzocchi per l’esterno granata che disegna un pallonetto chirurgico che beffa Provedel. Match che si stappa: Salernitana pericolosa nella medesima azione con Bonazzoli e Piatek, Lazio che risponde immediatamente con la girata volante di Pedro, che si conclude con un nulla di fatto. Ospiti che al 69′ trovano il jolly con Fazio che fissa il punteggio sull’1-2, destro potente dell’argentino che non dà scampo a Provedel. Padroni di casa che si riversano in avanti nell’intento di trovare il pari, ma Romagnoli e compagni si espongono ai contrpiedi ospiti. E questo è quello che accade al 76′: discesa decisa di Bradaric, tiro-cross che Dia deve soltanto spingere in rete, per il tris di una Salernitana on fire all’Olimpico di Roma. Cinque i minuti di recupero, Provedel è provvidenziale su Dia.


Iscriviti alla Newsletter