Serie A, la Roma non sfonda: al Via del Mare termina 1-1, giallorossi agganciati in classifica dal Milan di Pioli

WhatsApp
Facebook

I Nostri Sponsor

LE FORMAZIONI UFFICIALI:

LECCEFalcone; Gendrey, Baschirotto, Umtiti, Gallo; Blin, Hjulmand, Gonzalez; Strefezza, Colombo, Di Francesco.

ROMARui Patricio; Mancini, Smalling, Ibanez; Zalewski, Cristante, Matic, El Shaarawy; Pellegrini; Dybala, Abraham.

LA PARTITA

Lecce corsaro al Via del Mare, salentini che partono fortissimo prima con la botta da fuori di Gallo sulla quale risponde presente Rui Patricio, poi con la rete del vantaggio al 7′: corner di Strefezza, frustata di testa del solito Baschirotto che anticipa Ibanez, portando avanti i suoi compagni, decisiva però la deviazione del centrale brasiliano che non lascia scampo al portiere portoghese. Padroni di casa on fire, ripartenza di Di Francesco che si conclude con un nulla di fatto, capovolgimento di fronte e la squadra di Mourinho trova il pari: fallo di mano in area proprio di Strefezza, Aureliano non può far altro che assegnare il panelty, dal dischetto va Dybala che spiazza Falcone per l’immediato 1-1 (17′). Fase di stallo del match, ritmi che calano alla distanza ammonito Ibanez che finisce sul taccuino del direttore di gara. Colombo scalda i guantoni di Rui Patricio, primo tempo che si conclude con due folate degli ospiti sempre sull’asse Dybala-Abraham, in entrambe le circostanze miracoloso Falcone che abbassa la saracinesca sventando la minaccia. Seconda frazione di gara che si apre con il duello vivo tra l’ex portiere della Sampdoria ed il centravanti in maglia numero 9, vinto ancora dall’estremo difensore sulla zuccata dell’inglese. Al 66′ sale in cattedra la Joya, assist magnifico per l’inserimento di Pellegrini che calcia in malo modo, Baroni risponde con una doppia sostituzione, con Persson ed Askildsen che subentrano sul rettangolo verde in luogo degli ammoniti Colombo e J.Gonzalez. Nel finale spazio per Banda e Wijnaldum, cinque i minuti di extra-time nei quali non accade praticamente più nulla.

Iscriviti alla Newsletter

Articoli che ti piaceranno

Se ti è piaciuto quest’articolo, amerai questi che ti proponiamo qui