Home Calcio Serie A, boom boom Fiorentina: al Franchi la Viola la ribalta in...

Serie A, boom boom Fiorentina: al Franchi la Viola la ribalta in tre minuti, apre El Shaarawy, Jovic ed Ikonè fanno godere la Fiesole

199
0

LE FORMAZIONI UFFICIALI DI FIORENTINA-ROMA:

FIORENTINA (4-2-3-1)Cerofolini; Venuti, Quarta, Igor, Biraghi; Mandragora, Duncan; Ikoné, Barak, Saponara; Jovic.

ROMA (4-3-3)Svilar; Missori, Smalling, Llorente, Zalewski; Bove, Tahirovic, Wijnaldum; Solbakken, Belotti, El Shaarawy.

LA PARTITA

La prima occasione del match è targata Luka Jovic, conclusione dalla media distanza del classe ’97 che però non spaventa Svilar, chiamato a sostituire Rui Patricio. Fiorentina che fa la partita, Smalling è deicisivo al 6′ sulla discesa di Ikonè, trascorrono cinque minuti e, all’11’ è la squadra di Josè Mourinho a trovare il vantaggio: gran giocata di Belotti, “Gallo” che pesca sull’out opposot Solbakken, assist al bacio del norvegese per El Shaarawy che sblocca il match del Franchi. Viola che si affida particolarmenti ai cross di Biraghi, Svilar è attento, prima anticipando Llorente, poi Jovic, sventando di fatto la minaccia. Il primo giallo dell’incontro è per Saponara in ritardo su Bove, ma in ripartenza sono sempre gli ospiti a rendersi pericolosi dalle parti del giovane Cerofolini, doppia occasione al 26′ per la Lupa, prima con Wijnaldum poi con Solbakken. Ex Liverpool nel vivo del match, cui fa seguito il tentativo dello sgusciante Ikonè, ex Lille bravo nel saltare Tahirovic e Zalewski, meno nel concludere l’azione. El Shaarawy sfiora il bis su errore di un disattento Martinèz Quarta, Cerofolini però risponde presente, quattro i minuti di extra-time decretati dal direttore di gara, all’intervallo è 0-1 tra la Fiorentina di Vincenzo Italiano e la Roma di Josè Mourinho. Seconda frazione di gara che si apre con una doppia sostituzione tra le fila giallorosse, con Mancini e Celik che fanno il loro ingresso sul terreno di gioco in luogo di Smalling ed El Shaarawy, Fiorentina che risponde con Milenkovic e Terzic per Martinèz Quarta e Biraghi, il tutto chiaramente volto ad un risparmio delle energie alla luce delle finali di Europa League e Conference in qui saranno impegnate le due compagini. Al 55′ grande chance per i padroni di casa, cross dalla destra del solito Ikonè all’indirizzo di Jovic appostato nell’area piccola, decisivo l’intervento di Llorente che salva tutto. Mourinho richiama anche Wijnaldum per Cristante, Viola in forcing nel tentativo di pervenire al pari, al 70′ intrigante lo spunto di Dodò che prima salta di netto Tahirovic con una veronica, per poi imbucare per Barak, il tocco dell’ex Shaktar è però fuori misura. Fase finale del match particolarmente convulsa, e clamorosa: all’85’ la Viola perviene al pari con Joivc, trascorrono tre minuti e i padroni di casa pescano il jolly del sorpasso con Ikonè con un’azione fotocopia alla precedente che aveva portato al goal del centravanti serbo. Cinque i minuti di recupero, il risultato finale non cambia, Fiorentina batte Roma 2-1, decidono il match le reti di Jovic ed Ikonè.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui