Perugia Latina 2 k5iD U300666377526v2D 620x349Gazzetta Web articolo

 

La prima giornata del massimo campionato italiano di volley maschile 2018-2019 si è conclusa ieri, dopo l' anticipo di sabato che ha visto la vittoria di Ravenna su Milano. Le quattro big favorite per lo scudetto hanno vinto i rispettivi incontri con il massimo scarto e proiettandosi già come protagoniste del campionato, si sono giocati anche uno scontro diretto per la salvezza e uno in ottica playoff. 

Perugia riparte da un rotondo successo per 3-0 contro Latina, che nel secondo e terzo set hanno provato a tenere botta, ma che alla fine si sono arresi alla potenza dei Campioni d' Italia. Si è presentato alla grande il fenomeno Wilfredo Leon, micidiale schiacciatore di origini cubane e ritenuto il migliore giocatore del mondo: 17 punti con 5 aces e subito top scorer, meglio dell’opposto Aleksandar Atanasijevic (15) e affiancato da Filippo Lanza abbastanza sottotono (4). A Latina non sono bastate le 12 marcature di Simone Parodi che cerca di rilanciarsi e i muri di Carmelo Gitto.

Modena non fa sconti e segue la scia di Perugia. Difatti, Sora viene liquidata con un triplo 25-18. I Canarini, che settimana scorsa avevano vinto la Supercoppa, dettano legge al PalaPanini grazie a un super Tine Urnaut (17 punti) e al solito Ivan Zaytsev (15, 3 muri) ma spiccano anche i 4 aces del palleggiatore Micah Christenson e i 4 muri del centrale Simone Anzani. Laziali spazzati via, non bastano gli 11 punti di Dusan Petkovic.

Civitanova riuscita a sbrigare la pratica Padova con estrema facilità, anche se sulla carta aveva l' incontro più complicato tra le quattro corazzate. Il protogonista è il solito Osmany Juantorena (18 punti, 4 muri) affiancato di banda da Leal (12), si è rivisto in campo l’opposto Tsvetan Sokolov (per il momento 2 punti) e Simon in campo da centrale e opposto (5). I veneti sono sembrati troppo sottotono, 9 punti di Luigi Randazzo e 12 di Yacine Louati.

Dopo aver dato ottimi sprazzi di pallavolo in Supercoppa Trento rafforza tali sensazioni di fronte al proprio pubblico sconfiggendo la neopromossa Siena con un netto 3-0. A trascinare i dolomitici sono stati gli schiacciatori Aaron Russell (18 punti) e Uros Kovacevic (19) serviti a ripetizione da Simone Giannelli che ha cercato anche di scaldare l’opposto Luca Vettori (9). I toscani, che hanno comunque fornito un’ottima prova al loro esordio nella massima categoria, si sono distinti con l’opposto Hernandez (13) e gli schiacciatori Gabriele Maruotti (11) e Yuki Ishikawa (10).

Vibo Valentia, in uno scontro diretto fondamentale per la salvezza sconfigge Castellana Grotte per 3-1 in  (le ultime tre retrocedono in Serie A2 e soltanto una salirà in SuperLega, obiettivo ridurre il numero di squadre per aumentare la qualità). Prestazione superlativa di Todor Skrimov (27 punti, addirittura 6 aces) e Mohamed Al Hachdadi (23) mentre ai pugliesi non sono servite le 24 marcature di Renan Zanatta.

Verona espugna Monza in rimonta per 3-1 dopo aver perso il primo set, gli scaligeri si impongono in una sfida che sa di playoff grazie alla qualità dell’opposto Stephen Boyer (24 punti, 4 muri), del martello Morteza Sharifi (15) e del centrale Sebastian Solé (17), in campo anche gli eterni Cristian Savani (7) ed Emanuele Birarelli (3).

RISULTATI

Sir Safety Conad Perugia vs Top Volley Latina     3-0 (25-18; 25-21; 25-22)

Azimut Leo Shoes Modena vs Globo Banca Popolare Sora          3-0 (25-18; 25-18; 25-18)

Itas Trentino vs Emma Villas Siena                       3-0 (25-20; 25-20; 25-22)

Consar Ravenna vs Revivre Axopower Milano     3-0 (25-16; 25-14; 25-15)

Kioene Padova vs Cucine Lube Civitanova           0-3 (21-25; 18-25; 14-25)

Vero Volley Monza vs Calzedonia Verona             1-3 (25-19; 23-25; 22-25; 23-25)

Tonno Callipo Vibo Valentia vs BCC Castellana Grotte     3-1 (25-21; 25-23; 22-25; 25-22)

CLASSIFICA
1. Perugia 3
2. Civitanova 3
3. Modena 3
4. Trento 3
5. Ravenna 3
6. Vibo Valentia 3
7. Verona 3
8. Monza 0
9. Castellana Grotte 0
10. Latina 0
11. Sora 0
12. Siena 0
13. Milano 0
14. Padova 0

Annotiamo inoltre questa data e questo orario: Martedì 16 ottobre 09.10     Italia vs Serbia . 

Indubbiamente stiamo parlando di pallavolo femminile, e del match valido per i Mondiali 2018 . A Nagoya (Giappone),infatti le azzurre affronteranno le Campionesse d’Europa in un incontro che mette in palio il primo posto nel girone della Final Six, entrambe le squadre sono già certe della qualificazione alle semifinali: chi vince incrocerà la perdente di Cina-Olanda in programma alle ore 12.20, chi perde se la dovrà vedere con chi la spunterà tra le Campionesse Olimpiche e le orange. La nostra Nazionale è reduce dalla battaglia contro il Giappone vinta al tie-break e potrebbe accusare della stanchezza, ci potrebbe essere un po’ di turnover contro le slave guidate dalle fortissima Tijana Boskovic e Brankica Mihajlovic.

Tale appuntamento verrà trasmesso  in diretta tv su Rai Due e in diretta streaming su Rai Play. 

NON MANCATE!
 
Fonte foto
gazzetta.it