Continua a non placarsi la polemica tra Marc Marquez e Valentino Rossi. Giunti ormai alla vigilia del gran premio di Austin, i due fuoriclasse della MotoGp restano sulla stessa linea di pensiero di qualche settimana fa, spinti entrambi da un forte senso d'orgoglio e di protagonismo che difficilmente li farà riappacificare in breve termine. Rossi, dal canto suo, cerca di non esprimersi più a riguardo dell'episodio chiave del Gp d'Argentina, lasciandosi però andare ad un eloquente "non è il momento" (in riferimento ad un eventuale chiarimento con il collega spagnolo, ndr). Inoltre, il pilota pesarese conferma che ridirebbe le stesse parole del dopo gara di Termas de Rio Hondo, in seguito alla sciagurata entrata in curva di Marc Marquez.Marquez Rossi Quest'ultimo invece, ammette di aver sbagliato ma al contempo stesso dichiara di non voler cambiare modo di guidare, restando sempre al limite nel corpo a corpo con l'avversario; infine aggiunge su Rossi: <<Lui ha paura a guidare con me? Io non ho mai avuto paura in moto. E non ho problemi con nessuno>>.
Insomma, una diatriba destinata chiaramente ad andare avanti da qui fino a fine stagione, anche perché c'è da giurarsi che ad ogni minimo scontro ravvicinato non si risparmiebbero di certo, con tanto di sportellate pronte per l'uso. Inoltre, a chi fa notare all'asso della Yamaha che tale duello ha per certi versi similitudini con quello tra Senna e Prost, il 39enne italiano risponde: <<Loro due si giocavano il mondiale, quello che è successo in Argentina è stato senza senso, Marc mi avrebbe passato la curva seguente>>.formula 1 senna e prost 640x360