Gara piena di emozioni quella di ieri nel tracciato di Shanghai, valevole per il Gp di Cina; ad aggiudicarsi la vittoria è stato Daniel Ricciardo, autore di numerosi sorpassi ai limiti dell'impossibile e ancora inspiegabilmente senza contratto per l'anno prossimo.
Alla partenza ottimo inizio di gara per Sebastian Vettel che sin dalla prima curva mantiene la prima posizione sul proprio compagno di scuderia e fino alla sosta si tiene al comando della classifica, dove a causa del cambio gomme ritardato perde una posizione ai danni di Valtteri Bottas. Dietro invece grandi difficoltà per Raikkonen che con gomme consumate perde a sua volta diverse posizioni e riesce a riacciuffare i primi soltanto grazie all'entrata in pista della safety car (in seguito all'incidente occorso tra le due ToroRosso, Gasly e Hartley, ndr).gasly hartley collision 2018 f1 chinese gp 827x510 41523783718 Proprio per merito di quest'ultima il gran premio si accende e vede protagoniste le tre maggiori scuderie del mondiale: le Red Bull sfruttano al meglio il distacco accorciato dai primi entrando ai box e cambiando la miscela delle gomme, da allora la gara cambia proprio a favore di quest'ultime che riescono a rendersi protagoniste nel bene e nel male (rispettivamente con Ricciardo e Verstappen, ndr).
L'australiano dal sesto posto in pochissimi giri scala la classifica con sorpassi mozzafiato e si porta al comando del gran premio, l'olandese invece, dopo aver corso non pochi rischi con un sorpasso avventato su Hamilton (il quale lo spinge fuori dal tracciato), emula il sorpasso provato qualche giro prima da Gasly su Hartley e così come per le due ToroRosso entra in contatto con Vettel facendo perdere al tedesco ed a sè stesso le posizioni di vantaggio su Hamilton e Raikkonen.Verstappen Vettel
Nel finale oltre all'allungo di Ricciardo sul secondo c'è da segnalare il recupero provato da Raikkonen sul connazionale della Mercedes, il quale però riesce a tenere la seconda posizione fino alla fine e ad aggiudicarsi quindi i relativi 18 punti. 10 intanto sono stati i punti di penalità attribuiti a Verstappen per il sorpasso più che sconsiderato provato su Vettel, il quale nonostante ciò e nonostante l'ottava posizione derivata dal contatto col giovane olandese, riesce a mantenere il primato in classifica generale con 54 punti, 9 di vantaggio sul rivale Hamilton; a seguire poi Bottas, Ricciardo e Raikkonen, rispettivamente con 40, 37 e 30 punti iridati.