Il Barcellona, dopo la vittoria casalinga contro l'Atletico Madrid, si è comodamente preso il lusso di presentarsi con una formazione inedita e soprattutto ricca di giovani provenienti dalla famosa "Cantera", laboratorio che negli anni passati (soprattutto nell'era Guardiola) ha regalato una marea di successi. Contro l'Huesca, infatti, Ernesto Valverde ha dato spazio a tantissimi ragazzi, anche in ottica ritorno di Champions League contro il Manchester United. In campo Puig e Todibo (19 anni), Wague (20 anni), Aleñá e Dembélé (21), e Malcom (22). Fuori Messi, Piquè, Suarez, Rakitic e Busquets. Risultato? Squadra dall'età media di 24 anni e 133 giorni, l’undici iniziale più giovane presentato nella Liga 2018-19. E' di fatto l'undici più giovane degli ultimi 24 anni. Il precedente risale all'8 ottobre 1995, dall'altra pate c'era il Betis. Età media di 23 anni e 179 giorni. Era il Barcellona di Roger, Toni Velamazán e Juan Carlos Moreno, tutti diventati grandi.

In Spagna, solamente la Real Sociedad ha giocato contro l’Huesca con un undici iniziale molto giovane, ma in quel caso l'età media era leggermente superiore. Parliamo di 24 anni e 150 giorni.

barcellonaaaaaa