In una spettacolare cornice di pubblico dell'Olimpico, la Roma di Eusebio Di Francesco non riesce a riscattarsi dopo la sconfitta di Udine, e perde 2-0 in casa contro un Real Madrid sicuramente più forte e in un momento migliore grazie alla cura Solari. Il primo goal è viziato da un rinvio sbagliato di Olsen e dall'altrettanto leggero tocco di testa di Fazio che non fa altro che regala la palla a Bale che non può sbagliare di fronte al portiere. Il raddoppio arriva al 14' della ripresa, con Benzema che fa bene la sponda per Vazquez che indisturbato insacca. Con il passare del tempo, la partita assume una piega piuttosto pericolosa per i giallorossi e dal sapore della goleada, ma fortunatamente Olsen evita il peggio rispondendo prima a Marcelo e poi a Benzema. C'è da segnalare, però, sullo 0-0 l'errore colossale di Under a porta vuota. Bastava veramente poco per insaccare, ma probabilmente il turco è stato troppo convinto di segnare. La Roma si qualifica come seconda grazie alla vittoria del Viktoria Plzen contro il Cska Mosca ma, nonostante il verdetto, la Curva Sud si è lasciata andare con cori di contestazione contro squadra e società. Sarà di vitale importanza riscattarsi contro l'Inter in campionato, in quel che si prospetta già uno scontro diretto per un piazzamento nella prossima Champions League. 

MARCATORI: Bale (RM) al 1’, Vazquez (RM) al 14’ s.t..

ROMA (4-2-3-1): Olsen; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nzonzi (dal 19’ s.t. Coric), Cristante; Under, Zaniolo (dal 24’ s.t. Karsdorp), El Shaarawy; Schick (Mirante, Juan Jesus, Marcano, Santon, Kluivert). All. Di Francesco.

REAL MADRID (4-3-3): Courtois; Carvajal, Sergio Ramos, Varane, Marcelo; Modric (dal 35’ s.t. Valverde), Llorente, Kroos; Vazquez, Benzema (dal 32’ s.t. Mariano), Bale (dal 39’ s.t. Asensio) (Casilla, Ceballos, Vinicius, Javier Sanchez). All. Solari.

ARBITRO: Danos (Francia)

NOTE: Spettatori 59.124, incasso di 3.518.387 euro. Ammoniti: Modric, Zaniolo e Varane per gioco scorretto. Angoli: 5-5. Recupero: 2’ p.t.; 4’ s.t.

ROMA REAL