Colors: Green Color

Il Barcellona, dopo la vittoria casalinga contro l'Atletico Madrid, si è comodamente preso il lusso di presentarsi con una formazione inedita e soprattutto ricca di giovani provenienti dalla famosa "Cantera", laboratorio che negli anni passati (soprattutto nell'era Guardiola) ha regalato una marea di successi. Contro l'Huesca, infatti, Ernesto Valverde ha dato spazio a tantissimi ragazzi, anche in ottica ritorno di Champions League contro il Manchester United. In campo Puig e Todibo (19 anni), Wague (20 anni), Aleñá e Dembélé (21), e Malcom (22). Fuori Messi, Piquè, Suarez, Rakitic e Busquets. Risultato? Squadra dall'età media di 24 anni e 133 giorni, l’undici iniziale più giovane presentato nella Liga 2018-19. E' di fatto l'undici più giovane degli ultimi 24 anni. Il precedente risale all'8 ottobre 1995, dall'altra pate c'era il Betis. Età media di 23 anni e 179 giorni. Era il Barcellona di Roger, Toni Velamazán e Juan Carlos Moreno, tutti diventati grandi.

In Spagna, solamente la Real Sociedad ha giocato contro l’Huesca con un undici iniziale molto giovane, ma in quel caso l'età media era leggermente superiore. Parliamo di 24 anni e 150 giorni.

barcellonaaaaaa

Spazio doveroso anche per l'Italia U21 di Gigi Di Biagio che dovrà disputare un doppio impegno amichevole rispettivamente contro Austria (21 marzo al Nereo Rocco di Trieste) e Croazia (25 marzo al Benito Stirpe di Frosinone). Diverse novità all'interno dei convocati, tra le quali l'approdo del difensore laziale Luiz Felipe. Presenti Meret, Tonali e Cutrone, mentre Kean e Zaniolo sono stati prelevati da Mancini. Ecco l'elenco completo:

Portieri: Emil Audero (Sampdoria), Alex Meret (Napoli), Simone Scuffet (Kasimpasa);

Difensori: Claud Adjapong (Sassuolo), Alessandro Bastoni (Parma), Kevin Bonifazi (Spal), Arturo Calabresi (Bologna), Davide Calabria (Milan), Federico Dimarco (Parma), Sebastiano Luperto (Napoli), Giuseppe Pezzella (Genoa), Luiz Felipe (Lazio), Filippo Romagna (Cagliari);

Centrocampisti: Francesco Cassata (Frosinone), Fabio Depaoli (Chievo Verona), Manuel Locatelli (Sassuolo), Rolando Mandragora (Udinese), Alessandro Murgia (Spal), Sandro Tonali (Brescia), Luca Valzania (Frosinone);

Attaccanti: Federico Bonazzoli (Padova), Patrick Cutrone (Milan), Gabriele Moncini (Cittadella), Riccardo Orsolini (Bologna), Vittorio Parigini (Torino), Andrea Pinamonti (Frosinone).

Grandissima prestazione dei giovanissimi dell S.C Striano, i quali, con una meritata vittoria ai danni del Lollo cafè, riescono ad aggiudicarsi i playoff élite.

Partita che ha tenuto tutti gli spettatori sulle spine,con un primo tempo concluso con 0-2 dal Lollo Cafè, ed un secondo tempo dominato dalla grinta dei ragazzi della S.C Striano, i quali, seguendo le direttive di mister Suarato, sono riusciti ad agguantare il pareggio e successivamente aggiudicarsi la vittoria.

Da citare la dichiarazione di mister Suarato: <<L'accesso ai play-off élite non va visto come un traguardo, ma come un punto su cui velocemente ripartire. I risultati ottenuti sono lo specchio del lavoro e dell'impegno dei tecnici e dei dirigenti della società.>> 

 

Ora bisogna rimboccarsi le maniche per farsi trovare preparati ai play-off, che si terranno dopo le vacanze pasquali.

L'Italia di Roberto Mancini è pronta a scendere in campo per il doppio impegno di qualificazione ai prossimi campionati europei contro Finlandia (23 marzo al Friuli) e Liechtenstein (26 marzo al Tardini). Assenti Belotti, Balotelli e Cutrone, oltre all'infortunato Insigne. Ci sono, invece, Fabio Quagliarella, Lasagna e Kean. Spazio anche per Izzo e Zaniolo. Di seguito, ecco l'elenco completo:

Portieri: Alessio Cragno (Cagliari), Gianluigi Donnarumma (Milan), Mattia Perin (Juventus), Salvatore Sirigu (Torino);

Difensori: Cristiano Biraghi (Fiorentina), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Alessandro Florenzi (Roma), Armando Izzo (Torino), Gianluca Mancini (Atalanta), Cristiano Piccini (Valencia), Alessio Romagnoli (Milan), Leonardo Spinazzola (Juventus);

Centrocampisti: Nicolò Barella (Cagliari), Bryan Cristante (Roma), Frello Filho Jorge Luiz Jorginho (Chelsea), Stefano Sensi (Sassuolo), Marco Verratti (Paris Saint Germain), Nicolò Zaniolo (Roma);

Attaccanti: Federico Bernardeschi (Juventus), Federico Chiesa (Fiorentina), Stephan El Shaarawy (Roma), Vincenzo Grifo (Friburgo), Ciro Immobile (Lazio), Moise Kean (Juventus), Kevin Lasagna (Udinese), Leonardo Pavoletti (Cagliari), Matteo Politano (Inter), Fabio Quagliarella (Sampdoria).

Estate al mare? Senza ombra di dubbio, però un momento, perché quest'anno il calcio italiano avrà la ghiotta occasione non solo di rilanciarsi a livello internazionale, ma anche di dimostrare che il percorso di crescita a base di giovani porterà presto delle grandi soddisfazioni nei cuori dei tifosi azzurri. Questa estate, infatti, ci saranno gli Europei U21 e i Mondiali U20, competizioni che vedranno impegnate le nostre rappresentative guidate rispettivamente da Paolo Nicolato e Gigi Di Biagio. 

L'Italia U20 è stata inserita nel Gruppo B, e farà il proprio esordio il 23 maggio contro il Messico. Tre giorni dopo ci sarà la sfida contro l'Ecuador, per poi chiudere il tutto contro il Giappone, già affrontato nell'edizione del 2017 pareggiando per 2-2 con le reti di Orsolini e Panico. La Nazionale di Nicolato è una delle favorite per arrivare fino in fondo, anche per via di una rosa che promette bene sia a livello tecnico che di futuro. Plizzari tra i pali, Luca Pellegrini in difesa, Melegoni e Zaniolo a centrocampo, e un reparto offensivo molto interessante composto da Capone, Brignola, Kean, Pinamonti e Scamacca. Qui c'è davvero l'imbarazzo della scelta. Il girone non è impossibile, ma è ricco di insidie perché sono squadre che sanno farsi valere sia atleticamente che tecnicamente. L'obiettivo primario è quantomeno quello di migliorare lo storico terzo posto della passata edizione. 

Girone di ferro per l'Italia U21 di Di Biagio che dovrà vedersela contro Spagna, Belgio e Polonia. Sarà il primo europeo itinerante della storia. Vantaggio o svantaggio? Solo il campo saprà dircelo. La fase finale si giocherà in Italia e San Marino, negli stadi Renato Dall'Ara di Bologna, Città del Tricolore di Reggio Emilia, Dino Manuzzi di Cesena, Nereo Rocco di Trieste, Friuli di Udine e al San Marino Stadium di Serravalle. Esordio domenica 16 giugno a Bologna contro la Spagna e, sempre nello stesso Stadio, il 19 giugno contro la Polonia. Si chiude il 22 giugno a Reggio Emilia contro il Belgio. Le vincitrici dei gironi e la migliore seconda si qualificano per le semifinali. Con 5 titoli europei (l'ultimo nel 2004 con Claudio Gentile) siamo la squadra giovanile con più titoli e, considerando il valore della rosa, è giunto il momento di rispolverare la bacheca. La squadra è veramente molto forte e completa, ben allenata da Di Biagio che conosce bene il proprio gruppo essendo da anni alla guida della Nazionale. Imbarazzo della scelta tra Audero e Meret, senza considerare il fatto che anche Donnarumma è in regola per disputare questo torneo. Calabria, Bastoni e Romagna per la difesa, Mandragora e il baby Tonali in mediana, Barella che è già un veterano, con Zaniolo che potrebbe anche lui prendere parte alla spedizione (bisognerà vedere le intenzioni di Nicolato visto il Mondiale U20). Attacco guidato da Cutrone e molto probabilmente anche da Federico Chiesa e Moise Kean. Insomma, le alternative sono tante e piuttosto succulente dal punto di vista della qualità. La pressione su questi ragazzi è tanta, ma quest'anno non possiamo sbagliare, non possiamo non riportare il titolo europeo di fronte ai nostri sostenitori.

Il succo di tutto ciò? Sarà l'estate più calda per il riscatto del calcio giovanile italiana. Abbiamo l'opportunità di risollevarci provando a portare a casa entrambi i titoli, Europeo U21 e Mondiale U20. Sarebbe qualcosa di storico, ma allo stesso tempo rivitalizzante per far sì che il nostro progetto continui a portare a casa risultati utili per la Nazionale Italiana dei "grandi". 

Quarti di Finale di grande spessore ed equilibrio per quanto riguarda l'Europa League. Il Napoli di Ancelotti pesca l'Arsenal, mentre il Chelsea sfiderà il sorprendete Slavia Praga che ha eliminato il Siviglia. Derby spagnolo tra Villarreal e Valencia, mentre l'Eintracht Francoforte giocherà contro il Benfica. La vincente di Napoli-Arsenal sfiderà la vincente di Villarreal-Valencia in semifinale. Di seguito, ecco tutti gli accoppiamenti:

NAPOLI-ARSENAL *

VILLARREAL-VALENCIA

BENFICA-EINTRACHT FRANCOFORTE

CHELSEA-SLAVIA PRAGA

* La prima squadra sorteggiata (Napoli, Villarreal, Benfica, Chelsea) giocherà il match d'andata in casa.