Colors: Green Color

Serie C  GIRONE C ottava  GIORNATA

PAGANI (SA) Una Paganese gagliarda, aggressiva e rapida nelle manovre ha frenato la quotata Reggina, unica squadra imbattuta del girone C, e decisa a conquistare la vittoria per accostarsi dal secondo posto alla vetta della classifica. Ma ha dovuto accontentarsi dell’1-1 e scalare al terzo posto in condominio con Catanzaro e Monopoli, acconsentendo al Potenza di salire al secondo.

Il Napoli approfitta del passo falso della Juventus battendo per 2-0 la Sampdoria. Al San Paolo va in scena un match ricco di occasioni. Servito da Di Lorenzo, nel primo tempo Mertens sblocca la gara al 13' e centra una traversa, poi Meret si supera su Rigoni. Nella ripresa poi tocca ancora al furetto belga chiudere i conti al 69' firmando una doppietta. Blucerchiati ancora a zero punti, ma con piccoli accenni di ripresa dal punto di vista della manovra. Passare da Giampaolo a Di Francesco, due tecnici competenti ma con filosofie di calcio opposto, richiede tempo e soprattutto pazienza. Il Napoli si porta a -1 dalla Juventus, e si affaccia all'esordio in Champions League contro il Liverpool con il morale a mille e con la convinzione di poter sgbambettare nuovamente i Reds. 

NAPOLI (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Rui; Callejon, Elmas (76' Insigne), Zielinski, Ruiz; Lozano (64' Llorente), Mertens (80' Younes). A disposizione: Allan, Gaetano, Ghoulam, Karnezis, Luperto, Malcuit, Manolas, Ospina. Allenatore: Ancelotti.

SAMPDORIA (3-4-3): Audero; Ferrari, Murillo, Regini (65' Leris); Bereszynski, Ekdal, Linetty, Murru; Caprari (68' Gabbiadini), Quagliarella, Rigoni (79' Depaoli). A disposizione: Augello, Barreto, Bonazzoli, Chabot, Colley, Falcone, Ramirez, Seculin, Thorsby. Allenatore: Di Francesco.

ARBITRO: La Penna di Roma.

MARCATORI: 13' e 69' Mertens (N).

NOTE: Ammoniti Maksimovic, Ruiz (N); Ferrari, Caprari (S). Recupero: 2'pt - 5'st. Calci d'angolo 8-7 per il Napoli.

LE STATISTICHE DEL MATCH:

- Il Napoli ha vinto in tutti gli ultimi quattro esordi casalinghi stagionali in Serie A, segnado 12 reti (tre di media a match).
- L’ultima volta che il Napoli aveva segnato in almeno 17 gare consecutive in Serie A risaliva a ottobre 2017 (20 in quel caso) – 41 reti nella striscia in corso (2.4 di media a match).
- Per la quinta volta nella sua storia in Serie A la Sampdoria ha perso tutte le prime tre partite in una singola stagione di Serie A, l’ultima nel 2004/05 (in tutti i casi precedenti ha comunque mantenuto la categoria).
- Dries Mertens ha segnato in tutte le sue ultime sei gare casalinghe in campionato, l'ultimo giocatore a ruscirci in Serie A era stato lo stesso Mertens a ottobre 2017.
- Con questa doppietta, Mertens è il giocatore che ha segnato di più in Serie A a partire da marzo 2019 (11 gol).
- Dries Mertens ha preso parte attiva a 15 reti nelle ultime 13 partite in campionato (11 gol e quattro assist).
- Solo Trent Alexander-Arnold (11) ha preso parte attiva a più gol di Giovanni Di Lorenzo (nove) tra i difensori nel 2019 nei top-5 campionati europei, grazie a sei gol e tre assist.
- Con la doppietta di oggi, Mertens ha preso parte attiva a 10 degli ultimi 14 gol del Napoli al San Paolo in Serie A (71%), grazie a sette reti e tre passaggi vincenti.
- Il Napoli ha effettuato ben 26 tiri in questo match, nessuna squadra ha contato più conclusioni in una gara di questa Serie A.

squadra napoli

N.B. Il book fotografico completo è visibile sulla pagina facebook di "Resportage"

Il calcio è strano, ma allo stesso tempo è meraviglioso perchè è impronosticabile. Al San Paolo, infatti, il Napoli cade per 1-0 nei minuti finali dopo aver passato praticamente quasi una partita intera ad attacare e costruire. Ad avere la meglio è stato il Cagliari di Maran, compagine scesa in campo con grande organizzazione e intenzione di far male ogni volta che si aprivano spazi in contropiede. Ed è proprio così che i sardi hanno avuto la meglio; discesa sulla destra di Nandez, traversone perfetto sulla testa di Castro che da distanza ravvicinata non può sbagliare. Una partita stregata per il Napoli, che ha attaccato per tutta la ripresa collezionando occasioni da gol ma senza riuscire a sfondare. Intera posta in palio, dunque, per il Cagliari che si porta a casa la seconda vittoria consecutiva. 

Marcatori: 87' Castro

Napoli (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic (46' Koulibaly), Mario Rui; Callejon, Allan, Ruiz, Insigne (74' Milik); Mertens, Lozano (66' Llorente). All. Ancelotti

Cagliari (4-3-1-2): Olsen; Cacciatore, Pisacane, Klavan, Lykogiannis; Nandez, Oliva, Ionita; Rog (71' Castro); Joao Pedro, Simeone (74' Cerri). All. Maran

Ammoniti: Rog (C), Allan (N)

Espulsi: Koulibaly all'88°

san paolo

Parte bene l'avventura della nuova Italia U21 targata Paolo Nicolato. All'esordio ufficiale nel Gruppo 1 delle qualificazioni ai prossimi campionati europei, gli Azzurrini rifilano un secco 5-0 al modesto Lussemburgo portando a casa i primi tre punti. Locatelli sblocca l'incontro al 9' su calcio di rigore, mentre il raddoppio (sempre dagli unidici metri) arriva al 37' grazie a Kean. Nella ripresa, girandole di sostituzioni che vede anche l'ingresso di Sottil, autore del tris al 62'. Poco più tardi c'è spazio anche per il poker di Tumminello, perfettamente assistito da un Sala rapido e tecnico sulla fascia. Al 77' chiude i conti Scamacca contro un Lussemburgo che raramente ha impensierito Plizzari. Buone indicazioni per Nicolato, anche se di fronte non c'era un'avversario di primissimo livello. Importante vincere e mettere a segno tanti goal utili per la differenza reti. Prossimi impegni 10 e 14 ottobre rispettivamente contro Irlanda (capolista del girone) e Armenia.

ITALIA: Plizzari; Delprato, Marchizza, Bastoni, Sala (dall’83’ Tripaldelli) ; Zaniolo (dal 61′ Frattesi), Carraro, Locatelli; Kean (dal 46′ Sottil), Pinamonti (dal 61′ Tumminello), Scamacca.

LUSSEMBURGO: Silva Machado; Brandenburger, Held, Simon, Dublin, Schaus, Olesen, Prudhomme (dal 79′ D’Anzico), Tinelli (dal 65′ Avdusinovic), Muratovic B. (dall 88′ Curci) , Korac.

ARBITRO: Kjaesgaard P. (Danimarca)

RETI: 9′ Locatelli, 37′ Kean, 62′ Sottil, 69′ Tumminello, 78′ Scamacca

 stadio abruzzo 2

PAGAGESE-VIRTUS FRANCAVILLA 2-2

MARCATORI Scarpa (P) al 35', Vasquez (F) al 37', Scarpa (P) al 38’, Vasquez (F) al 48' s.t.

Una buona Paganese trascinata dal fantasista Scarpa manca la vittoria al 92' . Infatti su errore difensivo subisce un calcio di rigore la cui sfera pur respinta dal portiere Baiocco viene sulla ribattuta spedita nel sacco dall'attaccante pugliese Vaquez. La prima rete è di Francesco Scarpa al 35' della ripresa, dal beniamino del pubblico paganese che insacca di testa su perfetto assist dalla sinistra di Gaeta. La Virtus si riversa in avanti al 37' e su palla laterale, l'attaccante ospite Vaquesq si libera con faciltà di un difensore locale ed in diagonale pareggia. Poi Scarpa al 38' in mischia riporta in vantaggio la Paganese, ma nei minuti di recupero subisce il pari.

paganese

L'Italia di Roberto Mancini è pronta a tornare in campo. All'orizzonte ci sono gli incontri con Armenia e Finlandia, entrambi valevoli per le qualificazioni ad Euro 2020 ed entrambe da affrontare in trasferta. Gli Azzurri sono a punteggio pieno nel Gruppo J con 12 punti, contornati anche dal miglior attacco (13) e dalla miglior difesa (1). L'ultima uscita stagionale della nostra Nazionale risale all'11 giugno in occasione del match vinto per 2-1 contro la Bosnia. Vincendo entrambe le gare, l'Italia metterà una seria ipoteca sulla qualificazione. Ecco la lista completa dei convocati che vede anche il giovanissimo Luca Pellegrini, terzino sinistro che piace tanto a Mancini. 

PORTIERI: Donnarumma, Gollini, Meret, Sirigu.

DIFENSORI: Bonucci, Chiellini, De Sciglio, Emerson, Florenzi, Izzo, Mancini, Luca Pellegrini, Romagnoli.

CENTROCAMPISTI: Barella, Cristante, Jorginho, Lorenzo Pellegrini, Sensi, Verratti.

ATTACCANTI: Belotti, Bernardeschi, Chiesa, El Shaarawy, Immobile, Insigne, Lasagna