A 28 anni di distanza dall'ultima volta è Lewis Hamilton a prendersi lo scettro nel Gp di Francia sul circuito di Paul Ricard; il pluricampione britannico infatti, ha concluso al primo posto una gara che gli è stata in discesa sin dall'inizio. Alla partenza del Gran Premio è proprio Vettel a spianare la strada al numero 1 della Mercedes, rendendosi protagonista in negativo di uno sciagurato incidente con l'altro pilota della scuderia tedesca, Valtteri Bottas.Vettel Bottas I due sono stati allora costretti ad uno stop forzato ai box e a doversi impegnare per una rimonta che mai avrebbero immaginato dopo i buoni piazzamenti in griglia.
Col passare dei giri e a seguito dell'entrata in pista della safety car, Hamilton cerca e riesce a costruirsi un discreto vantaggio ai danni dei propri avversari che ormai erano solo le due Red Bull ed un Raikkonen che ben presto si sarà poi reso protagonista nella parte finale di gara. Nel finale infatti, complici le gomme supersoft montate sulla Ferrari del finlandese, il buon Kimi riesce prima a superare un ottimo Vettel dopo una bellissima rimonta e poi a fregare la terza piazza d'onore ad un Daniel Ricciardo apparso in difficoltà negli ultimi giri.
La gara quindi vede conclundersi con Verstappen alle spalle di Hamilton, Raikkonen sul gradino più basso del podio a precedere il pilota australiano di casa Red Bull, quinta e settima posizione rispettivamente per Vettel e Bottas che tutto sommato possono considerarsi soddisfatti al fronte di una gara in salita per entrambi (soprattutto per Vettel che si è anche visto penalizzare di 5 secondi).
Per quanto concerne la classifica generale invece, Hamilton ritorna al primo posto prendendosi un margine di 14 punti su Sebastian Vettel, terzo invece Daniel Ricciardo più distaccato dai primi due.

In vista dell'appuntamento d'oltralpe (Gp di Le Mans), il nove volte campione del mondo Valentino Rossi si dichiara ottimista nonostante un inizio di stagione sotto le aspettative. Il pilota Yamaha infatti, ha quasi sempre avuto buoni piazzamenti nel tracciato francese (tre vittorie, sei secondi posti e tre volte terzo), per questo motivo si aspetta una reazione anche dalla propria moto, la quale anch'essa ha sempre mostrato di essere molto competitiva in questa pista. C'è da dire però che l'anno scorso la fortuna non gli fu amica: costretto al ritiro nelle ultimissime curve, al termine di un'incredibile battaglia col proprio compagno di squadra Maverick Viñales. Quest'ultimo, attualmente terzo in classifica, è chiamato a rispondere a suon di punti al proprio connazionale Marc Marquez, dominatore assoluto ad Jerez de la Frontera e leader del mondiale. 
Ottimista per questo weekend si mostra anche Andrea Dovizioso dopo la buonissima (e al contempo stesso sfortunatissima) prova nel Gp di Spagna di due settimane fa. Il Ducatista è però costantemente al centro delle attenzioni di Ducati e Honda: la prima, cerca da tempo di trovare l'accordo con il forlivese per un rinnovo che al momento è tanto lontano quanto vicino (entrambi infatti non escludono la volontà di voler continuare sulla stessa strada, ndr). La Honda invece cerca di "rubare" alla casa di Borgo Panigale quello che sancirebbe un clamoroso ritorno alla moto giapponese. Di certo si saprà qualcosa in più tra Le Mans e Mugello, augurandoci che la coppia Dovizioso-Ducati possa continuare ancora.