Piazza “Pero” il nuovo centro della musica popolare

                                                    

Venerdi, 28 dicembre 2018, alle ore 17.00 presso Piazza Nassiriya (conosciuta come

“Pero”) a Bracigliano, è partito il primo festival sulla zampogna e della musica popolare.

Concerti di zampogna, organetto, ciaramella e tammorra hanno allietato le festività natalizie a Bracigliano. Dopo i ringraziamenti, dati dalla madrina della serata, la giornalista Titty Ficuciello, al sindaco, all’ amministrazione comunale, che ha permesso la realizzazione di questo evento nella storica piazzetta “Pero” e agli sponsor, nella città, che da sempre è stata il palcoscenico di due famose bande musicali, si è dato l’ avvio anche alla musica popolare. Bracigliano ancora una volta, oltre alle tante iniziative musicali in cantiere,  si è candidata, con questa manifestazione, a diventare anche un punto di incontro per la musica popolare. Numerosi musicisti, provenienti da ogni parte della Campania, ma anche da fuori regione, si sono esibiti con gli  strumenti tradizionali tanto amati nelle feste popolari.

Si sono esibiti anche come ospiti d’ onore i partecipanti alla “Prima rassegna di fisarmonica” del convento di San Francesco d’ Assisi che si è tenuta a Bracigliano lo scorso 5 ottobre. Sia il pubblico che i partecipanti all’ evento hanno gradito molto la manifestazione, tanto da prenotarsi già per il prossimo anno. Approfittando dell’ occasione, abbiamo fatto una  piccola intervista al direttore artistico del festival: il M° Carmine Sarno.

Maestro, qual è l’ obiettivo che volete raggiungere con il 1° festival della zampogna?

Quello di far diventare Bracigliano un punto di riferimento anche per la musica popolare.

Quali sono le altre iniziative musicali che avete organizzato fino ad ora?

Da 10 anni ho organizzato un palcoscenico musicale, le “Giovani promesse”, che rappresenta un trampolino di lancio per gli esordienti musicisti del territorio, che quest’anno si terrà a Bracigliano il 4 e il 5 maggio. Inoltre, il 5 ottobre scorso, unica nel suo genere sul territorio, è partita, la rassegna sulla fisarmonica che ha lo scopo di far conoscere al più ampio pubblico un altro strumento popolare di altissimo livello.

Qual è il vantaggio di organizzare queste manifestazione a Bracigliano?

Oltre ad avere una grande tradizione musicale, questo territorio vanta bellezze artistiche e

naturalistiche di alto livello. Per non parlare della tradizione enogastronomica che d’ estate, nelle numerose sagre, è facile apprezzare a partire dalla famosa ciliegia di Bracigliano.