Nella celestiale atmosfera della chiesetta dell’Addolorata, attigua a Palazzo

  1. S. Carlo di Pagani è stato presentato l’interessante libro della professoressa Creola Izzo, paganese di

nascita, dal titolo “LE FOIBE: perché”. La scrittrice ha trattato un tema molto delicato, il calvario

degli Italiani di Istria e Dalmazia, uccisi dalle truppe comuniste di Tito e sepolti nelle cavità corsiche

“le foibe”. Il desiderio di narrare le efferatezze di questo delicato periodo storico, deriva all’antica

dal dolce ricordo di bambina quando ha conosciuto una donna che ha vissuto in prima persona la

tragedia del popolo istriano. Il libro è stato presentato dalla docente Luciana Desiderio, allieva della

professoressa Izzo, che ha evidenziato con chiarezza e rigore la capacità dell’autrice di narrare

con obiettività e giustizia così come si addice ad uno storico, fatti e luoghi di un tempo storico

tragico iniziato nel lontano settembre 1943. A questa serata di elevata cultura ha fatto da cornice

la bellezza della Confraternita “S.S. Vergine Addolorata” e fraternità Secolare dei Servi di Maria,

illuminata e addobbata in occasione di festeggiamenti della Madonna Addolorata.

                                                                                                                                  Marilinda De Virgilio