Colors: Blue Color

 

Le poesie d’ amore di Cinzia Vaiola                                                           

Venerdi, 15 febbraio alle ore 18.00 si è tenuta la presentazione del testo di poesie di Cinzia Vaiola dal titolo “Sensi-Menti” eterna adolescenza, presso la Mondadori Bookstore di Salerno c.c. “La Fabbrica” in via Tiberio Claudio Felice, 50. Ha moderato l’ incontro la giornalista radiofonica Ilaria De Sio. Sono intervenuti la psicologa Luciana Iosca, l’ avvocato Ersilia Trotta e l’ attore Jacopo Flauti. L’ autrice ha scoperto da poco la sua propensione alla scrittura e ha deciso di portare alla luce una raccolta di poesie. “Sono pensieri che avremmo voluto dire o che abbiamo negato, o celato a qualcuno per noi importante e che con il loro susseguirsi determinano un percorso d’ amore senza limiti di genere, che ogni essere umano può aver fatto, può fare o farà, senza tempo e senza età. Un percorso scritto con parole semplici, perché semplice è il cuore di chi ama, in amore o in amicizia che conserva i ricordi di sentimenti che non escludono i sensi perché entrambi fusi nell’ espressione dell’ amore”. Ma veniamo alla genesi del libro nella presentazione di Cinzia Vaiola: “In un periodo un po’ particolare della mia vita come ognuno di noi ha passato, in un momento difficile in cui non si riesce a fare il lavoro che si desidera e in famiglia si vivono momenti di dolore, tante situazioni ti fanno maturare e crescere. Senti di non avere più voglia di fare nulla e di avviarti verso un momento di depressione. Sei un po’ giù per il lavoro, delusa per le amicizie e per la salute ma per fortuna incontri una vecchia amica con cui prendi un caffè. Ecco che ti accorgi, stimolata da lei, di avere qualcosa nel cassetto: di aver scritto un diario, delle poesie….Così le riprendi e le rendi più fruibili anche per gli altri sul tema dell’ amore che universalmente avvolge tutti indipendentemente se uomini o donne. Per il resto al lettore la curiosità di scoprire le mie poesie tra autobiografia e riflessioni sulla vita”.

La rassegna musicale di Bracigliano “Giovani Promesse”

Anche quest’ anno a Bracigliano sarà organizzata la rassegna musicale “Giovani Promesse” dal 4 al 5 maggio 2019 presso l’ Auditorium San Giovanni Bosco. Siamo ormai al decimo anno per questa manifestazione giovanile che è un palcoscenico musicale gratuito che rappresenta un trampolino di lancio per gli esordienti strumentisti del territorio, provenienti dalle scuole Medie ad indirizzo musicale, Licei Musicali, Conservatori o semplicemente autodidatti. Unica nel suo genere, la rassegna ha anche lo scopo di promuovere non solo la grande tradizione musicale di Bracigliano (non solo bandistica), ma anche di apprezzare un territorio che vanta bellezze artistiche e naturalistiche di alto livello oltre ad  una tradizione enogastronomica che è facile riscoprire nelle numerose sagre che si organizzano d’ estate. La manifestazione che sarà presentata dalla prof.ssa Maria Josè Capezzuto, prevede al suo termine anche la premiazione della migliore esecuzione. Ospite d’ onore dell’ evento sarà il famoso violinista Daniele Gibboni. Il direttore artistico M° Carmine Sarno che è lo storico ideatore della rassegna è anche l’ organizzatore di altre importanti manifestazioni a Bracigliano come la rassegna di fisarmoniche del Convento di San Francesco d’ Assisi e il festival della zampogna di piazza Nassiriya. Buffet Crampon, la società francese, fondata nel 1825, specializzata nella produzione e vendita di strumenti musicali a fiato, sarà uno degli sponsor principali della manifestazione. Per le iscrizioni alla rassegna e per informazioni telefonare al 3293239545.

 

Il 13 febbraio alle ore 19.00 presso Piazza Spera, il PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA. VINCENZO DE LUCA, ha inaugurato insieme al Sindaco e Presidente della Provincia Michele Strianese, all 'Amministrazione Comunale, al Parroco Don Alessandro Cirillo, al Comitato Festeggiamenti, agli Sponsor ed ai cittadini tutti, alla FESTA PATRONALE e alla KERMESSE sull'Amore san valentinese. Un segnale di visibilità istituzionale e di attenzione per la nostra città e la nostra comunità civile e religiosa. SAN VALENTINO IN AMORE che gode di una recensione di un contributo economico regionale arrivato proprio dalla Giunta DE LUCA. Ancora una volta la Rai, tramite le telecamere di TGR CAMPANIA,Sarà presente un San Valentino Torio per riprendere i momenti più importanti della prima serata di inaugurazione. In modo da rilanciare il nostro paese sul piano regionale e non solo. 
I servizi che si prepareranno saranno trasmessi:
1) giovedì 14 febbraio su RAI 3 durante il Telegiornale Regionale delle ore 14.00 (replica nel TG3 Campania delle ore 19.30);
2) sabato 16 febbraio alle ore 11.00 durante la trasmissione "BELLITALIA" sempre su RAI 3.
#NONMANCATE

 

  Celebrazioni per lo storico istituto

                                          

 Ieri, sabato 12 gennaio 2019, alle ore 17.00 presso la sede del Liceo Artistico Statale “Carlo Levi” in via Pescara, sezione dell’Istituto di Istruzione Superiore Statale “Perito-Levi”, si è svolto un importante avvenimento culturale: una sorta di cammino a ritroso nell’ arte che ha celebrato il percorso formativo di questo storico istituto che il prossimo anno compirà 50 anni  di attività didattica.

Tanti  studenti che il liceo artistico ha formato in tutti questi decenni e, che hanno avuto la possibilità di inserirsi adeguatamente nel mondo del lavoro, ieri, sono tornati al “nido”. Infatti è stata inaugurata una mostra d’arte dal titolo “Il ritorno al nido” con le opere dei moltissimi ex studenti del liceo artistico ebolitano. Si tratta dunque di un ideale ritorno al nido sulle ali del tempo. Un ritorno alla scuola che li ha visti nascere al poliedrico mondo dell’ arte. La mostra, dedicata al ricordo di due ex alunni purtroppo scomparsi: Enrica Di Ciao e Gennaro Taddeo,  resterà aperta dal 12 al 31 gennaio 2019. Con l’occasione è stata inaugurata la Galleria d’Arte  “Carlo Levi” al piano terra dei locali del liceo artistico, che vuole essere un nuovo spazio espositivo aperto a mostre d’arte  all’interno della scuola.  Dopo i saluti istituzionali dell’attuale dirigente scolastico, Prof. Giovanni Giordano, e della prof.ssa Angela Lamonica, Assessore  all’Istruzione e alla cultura, sono seguiti alcuni interventi di ex dirigenti scolastici e di ex studenti del liceo artistico. Alcuni di essi per l’ occasione  si sono esibiti anche in performance artistiche e musicali.  Hanno presentato la manifestazione la giornalista  Noemi Manna e il prof. Pasquale Ciao, ideatore e organizzatore dell’ avvenimento. L’allestimento delle opere in mostra è stato curato dal prof. Fabio De Falco. Al termine della manifestazione si  è svolta una sfilata con copricapi d'arte realizzati dagli alunni del Liceo Artistico. L’evento culturale ha avuto il patrocinio del Ministero dell’Istruzione dell’Università  e della Ricerca e del Comune di Eboli.

 

 Inaugurazione della gipsoteca

                                                

Lunedì, 11 febbraio 2019  è stata inaugurata presso l’ Istituto di Istruzione Superiore “Perito-Levi”(sezione artistico) di Eboli, una gipsoteca, grazie agli studenti della III D, guidati dal professore Fabio De Falco, che hanno pensato di allestire l’ aula di disegno dal vero, trasformandola in sorta di gipsoteca ( il luogo dove vengono conservate le riproduzioni in gesso di statue in bronzo, marmo e terracotta. Definita anche calcoteca, dalla radice greca della parola chalkos, ossia "bronzo", per indicare il materiale delle opere riprodotte). Hanno messo insieme in esposizione opere d’ arte scultoree che dalla Grecia antica vanno agli artisti del ‘400-‘500. Uno spazio visitabile di copie dagli originali di grande livello e spessore. Intervistiamo per l’ occasione, alla presenza del dirigente scolastico Giovanni Giordano e dell’ assessore all’ istruzione Angela Lamonica, che hanno fortemente appoggiato questa iniziativa, il prof. Pasquale Ciao, funzione strumentale della scuola.

In che contesto si colloca questa inaugurazione della gipsoteca?

Si colloca nell’ ambito di un progetto che ci sta molto a cuore: “Il ritorno al nido” degli ex alunni del Liceo Artistico che attualmente operano in tutto il  mondo nel campo artistico, teatrale, della moda, del cinema, della musica ecc…

Ma qual è l’ obiettivo di questo progetto?

Quello di mantenere il cordone ombelicale tra la nostra scuola ed i suoi ex alunni. Essi, ritornando a scuola, possono mettere in mostra la loro professionalità in campo artistico e la bellezza che hanno trovato, condividendola con noi, oltre ad averla trasmessa nel mondo.

Dopo operano questi talenti?

Lavorano da New York a Parigi, da Milano a Roma e in tanti altri posti ancora. Per esempio, uno dei nostri studenti, attualmente fa parte del gruppo di ballo di Notre-Dame de Paris di Riccardo Cocciante e gira

 il mondo. Siamo orgogliosi dei nostri ragazzi che danno lustro al nostro territorio.

Mentre la intervistiamo, sentiamo anche la musica del canone di Pachelbel?

Si, sono intervenuti alla manifestazione anche gli alunni della sezione musicale del liceo con  l’ orchestra d’ archi diretta dal M° Pierpaolo Iemmo. Infatti per la nostra scuola non esiste solo la pittura, la scultura, la grafica, ma anche la musica che è essenziale.

Questa è la seconda puntata del ritorno al nido?

Si, è la seconda puntata. Poi ce ne saranno altre con le personali di questi nostri ragazzi nella galleria della scuola che si chiama proprio: “Il ritorno al nido”.

 La scuola che si apre al territorio?

 La nostra scuola è stata sempre aperta al territorio. Ma adesso vogliamo una maggiore visibilità. Perché l’ arte è bellezza sono diventate per mezzo secolo un fiore all’ occhiello della nostra città, dalla nascita del Liceo Artistico “Carlo Levi” ad oggi.

 

Il vivere sano mette radici

                                               

Sabato, 29 dicembre 2018, alle ore 17.30 presso il palazzo Vinciprova di Pioppi fraz. di Pollica(SA),  è stato presentato il progetto “Gli orti della dieta mediterranea” con i produttori e gli ambasciatori della dieta mediterranea. Nella famosa sede del “Museo vivente della dieta mediterranea” che è il principale tributo di Pioppi ad Ancel Keys, lo scienziato statunitense che portò avanti per oltre 40 anni gli studi sulla dieta mediterranea che nel 2008 ha ottenuto dall’ Unesco il riconoscimento di Patrimonio Culturale immateriale dell’ Umanità, si è parlato di uno stile di vita legato alle tradizioni del passato per un rilancio del territorio e per una sfida nel mondo dell’ occupazione giovanile. Il direttore del museo, Valerio Calabrese, ha esposto in sintesi tutte le iniziative messe in atto durante quest’ ultimo anno per creare una rete sinergica tra tutte le realtà sociali ed economiche del Parco del Cilento.

Tra i tanti relatori intervenuti, Michele Buonomo, dirigente di Legambiente ha presentato il progetto sull’ adozione di un orto, spiegando che si tratta di un’ idea che viene da lontano. Infatti già da molti anni si sono diffusi in Campania  gli orti urbani che oggi sono diventati un importante punto di riferimento naturalistico per tutte le fasce d’ età: dagli studenti ai pensionati.

L’ adesione al progetto consiste nell’ adozione di un terreno attraverso il portale web www.ortidelladietamediterranea.it che permette di seguire, nelle diverse fasi dell’ anno, lo stato dell’ orto o della vigna attraverso foto e video. L’ adozione implica il versamento di una quota annuale fissa, verso cui viene corrisposta una determinata quantità di prodotti biologici e di stagione. Durante l’ anno è offerta anche la possibilità agli “adottanti” di visitare e lavorare l’ orto per un fine settimana, attraverso la creazione di pacchetti  personalizzati per la realizzazione di un vero e proprio turismo rurale. Il progetto mette in rete piccole aziende agricole biologiche, agriturismi, fattorie didattiche e sociali, puntando alla creazione di nuovi orti e nuove imprese nel territorio del Parco del Cilento. La dieta Mediterranea è nata dal viaggio e dall’ incontro. Per questo motivo bisogna dare la possibilità di adottare a distanza un orto, a chi vivendo nelle città affollate, vuole riscoprire la tradizione e la vita sana a contatto con la natura e con i cibi sani della terra. Alla fine della serata, le degustazioni delle varie specialità della dieta mediterranea sono state accompagnate oltre che da un ottimo vino anche dal gruppo musicale “I nuovi musici” che ha allietato la serata con canti tradizionale e natalizi.