Colors: Blue Color

Per l'occasione della festa della Liberazione, il 25 Aprile 2019 avranno luogo una moltitudine di eventi culturali, mostre, ultimi eventi dedicati al periodo pasquale appena trascorso e sagre tipiche legate al territorio.

Di seguito, nel dettaglio, la lista degli eventi principali che si terranno a Napoli:

 

golfo-di-napoli-veduta.jpeg

 

 

- Brunch del 25 aprile 2019 alle Terme di Agnano a Napoli; il 25 Aprile, dalle ore 10:00 alle ore 00:00 avrà luogo un brunch alle terme di Agnano scandito da street food, musica e caratterizzato dalla presenza di numerose auto d'epoca. L'ingresso entro le ore 13:00 è gratuito, entro le ore 16:00 ha un costo di €10 e dopo le ore 16:00 ha un costo di €15.

- Alla Riserva degli Astroni torna la mostra con i Dinosauri in carne ed ossa! L'evento si terrà dalle ore 10:00 alle ore 18:00. Per l'evento ci saranno circa 30 nuovi esemplari riprodotti a grandezza naturale! Il costo del biglietto intero è di €10. Il costo del biglietto ridotto è di €7.50 mentre il costo del biglietto destinato ai soci è di €3.99.

- Torna il momento che attendevano in tanti: il Comicon 2019 è qui! Alla Mostra d'Oltremare avrà luogo il consueto appuntamento annuale il giorno del 25 Aprile 2019 e tutto il week-end! L'evento si svolgerà dalle ore 10:00 alle ore 19:00 con un costo di €12 per ogni biglietto giornaliero.

- Se avete interesse a trascorrere una giornata all'aria aperta all'insegna della scienza, della cultura, della danza, del teatro e delle discipline orientali, allora non potete sicuramente perdere la Primavera in Floridiana 2019! L'evento avrà luogo in Villa Floridiana, precisamente al museo Duca di Martina. Gli orari sono i medesimi di apertura del parco: dalle ore 8:30 alle ore 19 circa ed il costo del biglietto è di €4.

- quest’anno si rinnova l’appuntamento con la Festa del Carciofo di Paestum, nel caratteristico borgo di Gromola a Capaccio. L'evento si terrà dal 24 Aprile al 1 Maggio e la partecipazione è gratuita!

- Alla cripta del Complesso Monumentale Vincenziano a Napoli arriva la mostra interattiva sul genio di Leonardo da Vinci con macchine funzionanti! Fino al 30 giugno 2019 sarà possibile ammirare la mostra “Leonardo da Vinci – il Genio del Bene”, allestita nella location del quartiere storico di Napoli Vergini Sanità. Nel corso della visita si possono ammirare le macchine e le opere che raccontano la storia del grande genio del Rinascimento. Il costo del biglietto è di €8

- A partire dal mese di aprile 2019, al Museo di Capodimonte ci sarà un’imperdibile mostra sulle opere di Caravaggio realizzate durante il suo soggiorno napoletano, probabilmente il periodo più intenso della sua intera produzione artistica. La mostra sarà visitabile dal 12 Aprile al 14 Luglio 2019 con un prezzo di €15 che comprende l'accesso al museo e la visita alla mostra.

- Inoltre, alla Basilica di Santa Maggiore alla Pietrasanta, nel cuore del centro storico di Napoli, arriva una mostra interamente dedicata al pittore russo Marc Chagall, con oltre 150 opere in esposizione che faranno immergere i visitatori nell'eclettico mondo del pittore russo. L'orario d'ingresso è dalle ore 10:00 alle ore 20:00 ed il costo del biglietto è di €14.

 

 

 

Fonti: Napolike

Si avvicinano le festività pasquali, e in questo periodo bambini e golosi attendono il tradizionale “Uovo”, prodotto tipico del periodo. Proprio alle uova di Pasqua sarà dedicato l’evento organizzato su iniziativa dell’Associazione Culturale “Ricreiamoci” in collaborazione delle Comunità Parrocchiali di Castellabate. In quel di Santa Maria, infatti, è in programma la “Caccia alle uova”. In cosa consiste questo evento? E' un gioco stile americano che consiste nel trovare le uova nascoste nell'area giochi di "Villa Matarazzo". Si classificheranno primo, secondo e terzo in base al maggior numero di uova raccolte e, ulteriore novità di quest'anno, saranno l'uovo "M.A.D. (con premio finale offerto dall'azienda stessa) "e l'uovo d'oro, con quest'ultimo che regalarà al vincitore un'ulteriore premio. Nel corso dell'evento, ovviamente, non mancheranno animazione e intrattenimento che andranno a contornare ancor di più un pomeriggio ricco di bambini.  L’appuntamento, giunto alla sua seconda edizione, è per domenica 14 aprile alle ore 14.30. L'Associazione Culturale Ricreiamoci tende, inoltre, a ringraziare gli sponsor che hanno contribuito alla realizzazione dell'evento. Si ringrazia inoltre l'Amministrazione Comunale di Castellabate per il patrocinio e l'uso dell'Area Giochi di Villa Matarazzo.

ova

Intervista a Pasquale Ruggiero

Pasquale Ruggiero è un irriducibile giovane, eclettico e poliedrico. Il suo curriculum, sia in campo musicale e culturale che in quello organizzativo, è particolarmente lungo, per cui preferiamo sintetizzarlo citando solo le attività che attualmente svolge. Già docente di Didattica Generale presso il Conservatorio di Musica di Vibo Valentia, insegna  al Politecnico Internazionale “Scientia et Ars” della stessa città sulla cattedra di “Storia Della Musica”.  Dirige il Polo didattico in Campania del citato Politecnico Internazionale “Scientia et Ars” e il Centro Multidisciplinare di Formazione, Comunicazione e Aggiornamento “Nova Atlantis” di Saviano(NA). Infine, è direttore tecnico del centro studi “Sitec” di Montoro dove lo incontriamo nella direzione dell’ istituto per intervistarlo.

Il vostro motto è quello di essere al passo con i tempi?

Si è così. I docenti di musica di oggi devono avere non solo una preparazione classica ma anche moderna e tecnologica. Basta pensare alle tante nuove professioni richieste nelle aziende produttrici di hardware e software per la musica, nell’ industria dello spettacolo, nella telefonia  e nel web, per capire che il musicista, per essere al passo con i tempi, deve essere anche un esperto di tecnologia.

Cos’ è il Politecnico Internazionale “Scientia et Ars” di Vibo Valentia.

Questa realtà universitaria di alta formazione  è nata nel 2003, inseguito alla riforma del 1999 che  istituiva nelle Università e nei Conservatori i trienni e i bienni per uniformare l’ Italia all’ Europa. In particolare, la legge sulla riforma prevedeva anche la possibilità di istituire Politecnici delle arti in modo da dare un completamento tecnico-scientifico al mondo musicale e artistico.  Con 2 decreti del Ministero della Pubblica Istruzione, Università e Ricerca, fu attivato sia il triennio che il biennio presso il Politecnico Internazionale “Scienza ed Ars”,  la prima istituzione italiana che svolge, percorsi  misti artistico-scientifici e  che rilascia i titoli accademici in “Musica, Spettacolo, Scienza e Tecnologia del Suono”  e in “Arti Visive, Comunicazione, Scienza e Tecnologia dell’Immagine” a firma congiunta con il Conservatorio Statale di Musica di Vibo Valentia.

Perché i vostri corsi di studio sono così seguiti dai giovani?

Oltre ai vari sbocchi di cui ho parlato, questi titoli dal 2016 danno accesso a 7 classi di concorso nella scuola pubblica. In 16 anni si sono laureati 600 studenti che ora sono già inseriti nel mondo del lavoro e dell’ insegnamento.

Che ruolo svolgono i vari centri di cui lei è direttore nell’ ambito del Polo Didattico della Campania?

Il nostro programma di formazione professionale prevede anche  di ottenere certificazioni prestigiose quali EIPASS, ECDL, PEKIT, CAD, 7 MODULI e,
per quanto riguarda l’ambito linguistico, attraverso i nostri corsi è possibile conseguire certificazioni  tra le più richieste dalle aziende: in particolare quelle di inglese e spagnolo per i livelli A1-A2-B1-B2-V1-C2, AIM-ANGLIA ESB BRITISH INSTITUTE, LRN CERVANTES FIDESCU. Infine sono attivi corsi sulla sicurezza e sulla qualità aziendale. Il nostro obiettivo futuro sarà quello di andare incontro alle esigenze dei giovani in campo formativo, professionale e lavorativo ma, soprattutto, allargare questa nostra esperienza anche ad altre regioni italiane.

Nella foto la docente Colomba Capriglione.

 

Fin dal titolo, C'eravamo tanto amati dà l'impressione di essere un film sulla nostalgia. Il film ripercorre la storia di tre partigiani, dal dopoguerra al 1974, uniti dal comune intento di liberare l'Italia. Ettore Scola racconta, in trent’anni di vita, l’inconsistenza di quei valori di unità che avevano caratterizzato la Resistenza. I tre protagonisti del film, Antonio, Gianni e Nicola, sono chiaramente espressione di quello smarrimento partigiano che si infrange contro lo spesso muro degli ideali politici irrealizzabili. Questi tre uomini rappresentano tre volti possibili della società del dopoguerra. Antonio, in un brillante Nino Manfredi, è l'ideale comunista che accetta di macchiarsi con il mondo reale per sopravvivere. L'amore puro per Luciana, la donna conosciuta al San Camillo, lo accompagna senza sosta e senza compromesso, per tutta la vita. Gianni (Vittorio Gassman) è espressione, invece, del compromesso con il potere. Gianni si allontana, infatti, dagli ambienti sociali da cui proviene, dalla donna che ama e dagli amici, per allearsi con un fascista nostalgico, del quale sposerà la figlia Elide (Giovanna Ralli). Romolo Catenacci, interpretato da uno strepitoso Aldo Fabrizi, è un ricco e ignorante palazzinaro, consapevole dell'onestà di Gianni ma, al tempo stesso, consapevole anche che "negli onesti c'è quella purezza che se gli capita un'occasione diventano talmente mascalzoni che t'ammollano le fregature meglio dei mascalzoni". Gianni rappresenta, in linea con quanto appena detto, il fallimento di chi, volendo cambiare il mondo, non ha fatto che entrare in quegli stessi infimi meccanismi che voleva distruggere. Identificato con quei movimenti elitari di sinistra, incapaci di comprendere a fondo gli sviluppi del Paese, troviamo Stefano Satta Flores, nelle vesti di Nicola. Nicola prende a calci la famiglia, il lavoro e finisce a scribacchiare recensioni firmandosi Vice. La consapevolezza e l'amaro del fallimento umano e politico arriva, per Nicola, solo in una delle ultime scene del film. Nicola cede e piange, alla notizia del matrimonio del figlio Tommasino, con il quale non è mai riuscito a creare alcun reale rapporto, troppo impegnato a cambiare il futuro, ormai già passato. La giovane Stefania Sandrelli, qui la bella Luciana, è espressione dell'Italia che muta: da bellezza fresca e svampita diventa madre e moglie responsabile. Luciana incarna quel passaggio dagli anni esplosivi del benessere alla più grigia ma rassicurante quotidianità.

Il capolavoro di Scola, con la sceneggiatura del trio Scola-Age-Scarpelli, rappresenta sicuramente una rivoluzione nel panorama della commedia italiana. Gran premio al Festival cinematografico di Mosca, un César per il miglior film straniero, tre Nastri d'argento per sceneggiatura, attore ed attrice non protagonisti.

 

L'iniziativa del Touring Club, volto alla scoperta dei più bei luoghi del territorio italiano, arriva in Campania, con l'evento "Aperti per voi": durante tale occasione sarà possibile visitare alcuni tra i più bei monumenti del territorio campano con aperture prolungate e visite guidate il weekend del 13 e 14 Aprile 2019.

Numerosi sono i siti d'interesse inclusi nel progetto, tra cui la splendida chiesa dei santi Severino e Sossio, nel cuore del centro storico napoletano e la Chiesa e Complesso di Santa Maria della Misericordia.

Dietro le quinte di questa giornata dedicata alle bellezze della regione Campania c'è un duplice scopo: far scoprire e conoscere ai turisti numerose bellezze storiche e culturali che altrimenti sarebbero inaccessibili ai più e sensibilizzare i cittadini circa la cura ed il rispetto dei beni culturali.

Di seguito il calendario completo delle attività che si svolgeranno su tutto il territorio campano:

chiesa.png

Il programma di sabato, 13 Aprile 2019

Napoli

– ore 10: visita guidata al Complesso Monumentale Vincenziano
– ore 10: visita guidata alla chiesa di Santa Maria della Redenzione dei Captivi
– dalle 10 alle 17: apertura delle chiese dei Santi Severino e Sossio e Gesù Nuovo; alle 10 inoltre è previsto un tour guidato
– ore 10.30: visita guidata all’ipogeo della chiesa di Sant’Anna dei Lombardi

Portici

– ingresso alla Reggia di portici dalle ore 10.00 alle ore 13.00

Benevento

– Chiesa civica della SS. Annunziata dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00

– Chiesa del Santissimo Salvatore dalle ore 10,30 alle ore 13,00 e dalle ore 16,00 alle ore 18,30.

Salerno

-Chiesa di Santa Maria de Lama dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00

Caserta

-Teatro di Corte della Reggia di Caserta dalle 10.00 alle 17.00

Furore

– ore 9,30 – Furore: il paese che non c’è

Capua

– Chiesa di San Salvatore a Corte alle ore 10,00; visita guidata al Monumento del Placito Capuano alla Lingua Italiana, Chiesa di San Michele a Corte, Cattedrale, SS. Rufo e Carponio, Chiesa di San Marcello, Reale Sala d’Armi, S. Angelo in Audoaldis

Il programma di domenica, 14 Aprile:


Napoli

– ore ore 10: visita guidata alla Chiesa e al Complesso di Santa Maria della Misericordia
– dalle ore 10 alle ore 13: apertura delle chiese dei Santi Severino e Sossio e Gesù Nuovo

Salerno

-Chiesa di Santa Maria de Lama dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00

Caserta

-Teatro di Corte della Reggia di Caserta dalle 10.00 alle 17.00

Capua

– Chiesa di San Salvatore a Corte alle ore 10,00; visita guidata al Monumento del Placito Capuano alla Lingua Italiana, Chiesa di San Michele a Corte, Cattedrale, SS. Rufo e Carponio, Chiesa di San Marcello, Reale Sala d’Armi, S. Angelo in Audoaldis

 

Fonti: Napolike

L’associazione culturale-teatrale “Nuovo Sipario“ di San Valentino Torio, quest’anno mostra in scena una nuova commedia “Mettimece d’accordo e ce vattimme“ commedia  in due atti del grande commediagrafo italiano Gaetano Di Maio. L’opera tratta di una ragazza “Marisa” preoccupata del fidanzamento con “Nicolino” figlio di una famiglia benestante Legata agli antichi valori morali. Nel Frattempo i genitori di Marisa “Margherita e Geppino“ sono sul punto di separarsi poiché in quel periodo delle strane lettere arrivano Al padre di Marisa. Nella casa vivono anche il nonno   “Alfonso“ è la zia “Cristina“ anch‘essa Alla ricerca del suo principe azzurro dal quale nonostante la sua veneranda età e nonostante abbia addirittura messo l’annuncio sul giornale, non è arrivato. Per un fraintendimento cerca di concedersi all’amico del fratello “Persichetti“. Nel periodo del fidanzamento di Marisa a causa di quella lettera ne succederanno di tutti i colori e alla fine saputa la provinenza della lettera  saputo a chi doveva essere indirizzata verrà comunque spedita alla persona sbagliata...  l’oepra è stata interpretata brillantemenote dagli attori di San Valentino Torio che ci delizieranno ancora con questa commedia altre due serate ovvero sabato 13 Aprile e domenica 14 aprile presso l’Auditorium Don Lorenzo Milani di San Valentino Tori. Per informazioni e prevendita di biglietti rivolgervi a: Ottica Frigenti di Mario frigenti e Mimmo e Terry bomboniere di Domenico Caldieri.

2610832F 0DD6 413D BD41 7D295FF56C39D3E457FC ECBD 4166 9F17 43ACED8EF40A57E84B91 E475 400A AA23 327F8143AA3A