Home Attualità I vincitori della 79ª Mostra del cinema di Venezia

I vincitori della 79ª Mostra del cinema di Venezia

115
0

Cate Blanchett e Colin Farrell sono stati premiati come migliori attori mentre il Leone d’Oro è andato a un documentario!

All the Beauty and the Bloodshed, documentario della regista statunitense Laura Poitras sulla vita della fotografa e attivista Nan Goldin, è stato premiato con il Leone d’Oro per la miglior opera alla 79ª Mostra del cinema di Venezia. Nella cerimonia di chiusura di sabato sera, il regista italiano Luca Guadagnino è stato premiato con il Leone d’Argento alla miglior regia per Bones and All, mentre le coppe Volpi ai migliori attori sono state assegnate a Cate Blanchett per Tár e a Colin Farrell per The Banshees of Inisherin.

Saint Omer, film della regista esordiente Alice Diop, ha vinto il Leone d’Argento assegnato dalla giuria. Quest’ultima ha premiato anche Gli orsi non esistono di Jafar Panahi, regista iraniano arrestato e condannato lo scorso luglio per propaganda contro il regime. Il premio per la miglior sceneggiatura è andato a Martin McDonagh per The Banshees of Inisherin, film che racconta la strana fine di un’amicizia tra due uomini — Colin Farrell e Brendan Gleeson — su una sperduta isola al largo delle coste irlandesi.

Il Premio Marcello Mastroianni come giovane attrice emergente è andato a Taylor Russell, coprotagonista di Bones and All insieme a Timothée Chalamet. Il film vincitore della categoria Orizzonti, che premia le opere più rappresentative delle nuove tendenze, è stato invece Jang-e jahani sevom (Terza guerra mondiale) di Houman Seyedi. La miglior attrice della categoria è stata l’italiana Vera Gemma, protagonista di Vera.

Nell’edizione appena conclusa la Mostra festeggiava i novant’anni dalla sua fondazione. La giuria, presieduta dall’attrice americana Julianne Moore, era composta dal regista argentino Mariano Cohn, dall’attrice iraniana Leila Hatami, dai registi Leonardo Di Costanzo, Rodrigo Sorogoyen e Audrey Diwan — vincitrice del Leone d’Oro nel 2021 con L’Événement — e dallo scrittore britannico di origine giapponese Kazuo Ishiguro, Premio Nobel per la letteratura nel 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui