Home Calcio Serie A, la Roma è incontenibile: poker all’Empoli con vista sull’Europa

Serie A, la Roma è incontenibile: poker all’Empoli con vista sull’Europa

132
0

Empoli-Roma sarà soprattutto Aurelio Andreazzoli contro Josè Mourinho. Due allenatori, due scuole di pensiero a confronto. Da un lato il calcio spettacolo dei toscani, dall’altro il pragmatismo dello Special One. Bajrami si muoverà tra le linee, pronto ad innescare Henderson e Pinamonti, dalla panchina Cutrone. Capitolini in campo con un 3-5-2, Sergio Oliveira in coppia con Cristante, Zaniolo a supporto di Tammy Abraham.

LE FORMAZIONI UFFICIALI DI EMPOLI-ROMA:

EMPOLI – Vicario; Fiamozzi, Ismajli, Tonelli, Marchizza; Zurkowski, Ricci, Bandinelli; Bajrami, Henderson; Pinamonti.

ROMA – Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Oliveira, Cristante, Mkhitaryan, Maitland-Niles; Zaniolo, Abraham.

LA PARTITA

Roma che al Castellani parte subito fortissimo, la prima occasione per i capitolini porta in dote il nome di Abraham, mancino da fuori di Mkhitaryan deviato dall’ex Chelsea che per poco non beffa Vicario. Giallorossi in controllo, Empoli che però quando riparte è estremamente pericoloso come al 20′: schema su calcio d’angolo, Henderson libera Bajrami che si incunea dalle retrovie il suo tentativo fischia di poco accanto all’incrocio dei pali della porta difesa da Rui Patricio. Trascorrono appena 4′ e la Roma azzanna la partita: prima passa in vantaggio con Abraham bravo nel girare in rete il tiro sporco partorito dai sapienti piedi Sergio Oliveira, poi raddoppia ancora con il numero 9 inglese che sugli sviluppi di corner, dopo un batti e ribatti, infila Vicario (33′). Uno-due letale, l’Empoli stacca la spina, Zaniolo e compagni dopo due soli minuti calano il tris con Sergio Oliveira, l’uomo che decisamente sta cambiando il volto alla Roma. Lupa che dilaga sul finire di primo tempo, sontuosa giocata di Abraham che di tacco scatena i cavalli di Mkhitaryan, armeno che al limite dell’area serve un cioccolatino che Zaniolo deve soltanto scartare, per lo 0-4. Seconda frazione di gara che si apre con il sussulto dei padroni di casa che, al 55′, accorciano le distanza con Pinamonti, ex Inter bravo nel trasformare in oro il suggerimento di Bandinelli. Roma che accusa il colpo, pochi istanti dopo infatti è Henderson a flirtare con il 2-4, tentativo del classe ’96 che però si spegne tra le braccia di un attento Rui Patricio. La pressione dell’Empoli è consistente, i ragazzi di Andreazzoli ci credono tanto da accorciare ulteriormente le distanze con l’uomo più in forma in questo scorcio di stagione, Nadim Bajrami, lasciato colpevolmente solo dalla retroguardia giallorossa (72′). Finale di partita caratterizzato da perenni ribaltamenti di fronte, poche le occasioni da goal da una parte e dall’altra. Roma che espugna il Castellani, non basta il ritorno dell’Empoli nella ripresa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui