Home Arte Joseph Martone apre il 2022 del “Cinquanta – Spirito Italiano” con il...

Joseph Martone apre il 2022 del “Cinquanta – Spirito Italiano” con il live di giovedì 6 gennaio

54
0

Con la prossima Befana torna la musica live al “Cinquanta – Spirito Italiano”, in via Trento a Pagani (SA), con l’eccezionale live del cantautore Joseph Martone.

Con il supporto di BUH Concerti e la mediapartnership di Booonzo.it, il concerto del cantautore italo-americano di giovedì 6 gennaio 2022 apre il nuovo anno di live, djset, concerti e grandi eventi pensati e realizzati al “Cinquanta – Spirito Italiano”, il cocktail bar all’italiano ritenuto uno dei bar rivelazione dell’anno in Italia da riviste di settore e magazine come “Bar Giornale” e “Munchies”. Joseph Martone è un cantautore italo-americano che attinge suoni e ritmi dalle due culture a cui appartiene, per creare il suo stile musicale unico. Le sue canzoni sono esplorazioni oneste, spesso dolorose della sua infanzia e adolescenza trascorse tra Italia e Stati Uniti. Per il suo album di debutto Honeybirds, Martone ha arruolato per la produzione il musicista canadese Taylor Kirk (Timber Timbre). L’album è stato registrato a Napoli e Montreal con i migliori musicisti, ingegneri e il suo collaboratore di lunga data Ned Crowther (The Fernweh, Smokey Angle Shades). Con la produzione di Taylor Kirk, i temi e i suoni del disco prendono una direzione più scura e più riflessiva rispetto ai suoi precedenti lavori proiettando l’emotività artistica di Martone su una dimensione elegantemente introspettiva.

Ma la programmazione musicale di dicembre sembra essere molto interessante fino a Natale e gli ultimi giorni dell’anno, per chiudere con il botto l’anno di lancio del progetto “Cinquanta – Spirito Italiano”. Altri appuntamenti da non perdere di inizio 2022 saranno quelli di sabato 8 gennaio con il djset di Livio Lanzetta dei “Polina”, soprattutto il live di giovedì 13 gennaio con il rock di Dandy Bestia, storico chitarrista degli Skiantos, il live di Nicola Caso previsto per sabato 15 gennaio ed il gran concerto di Sandro Joyeux di giovedì 27 gennaio.

 Una programmazione potente ed esaltante per un cocktail bar poliedrico, dove poter trascorrere tutte le fasi della giornata, dalla colazione al dopo cena con un servizio professionale in un ambiente casual, informale.

Ma soprattutto è un progetto giovane pensato da giovani. L’obiettivo è quello di rendere innovativo e moderno il concetto del “bar all’italiana”, uno degli stili più esaltati al mondo.

Filosofia del progetto è dare spazio, fiducia e soprattutto un futuro in questo territorio a tanti ragazzi che si sono formati lontano dalle proprie radici. Sono diversi, infatti, i cervelli di ritorno protagonisti.

Scoprire Cinquanta, quindi, è stringere la mano a un nuovo amico, nel tuo quartiere dei ricordi. Può portarti lontano raccontando le sue storie ma rimane legato alle tradizioni della sua terra.

È la tua certezza, in ogni momento.

Articolo precedenteJames Milner, il “Dirk Kuyt” 2.0
Articolo successivoFarina On the Road : Il Palazzo Baronale (parte seconda)
Luciano Squitieri nasce nel 1988 a Sarno, cresce tra Striano, un piccolo paesino alle pendici del Vesuvio, e Santa Maria di Castellabate, piccolo borgo nel cuore del Cilento. Mentre studia per il diploma in Elettronica ed Automazione presso l’istituto superiore “ITIS E. Fermi” di Sarno, si avvicina al mondo della fotografia, lasciandosi ispirare dei grandi nomi della street photography. Conseguito il diploma nel 2009, Luciano decide che la fotografia sarà il suo pane quotidiano. Seguendo le orme di suo fratello Gianni, imbraccia la fotocamera e lavora duro per imparare tutti i trucchi del mestiere. Nel 2015, dopo tre anni di impegno e dedizione, gli viene consegnato il tesserino ufficiale dell’Ordine dei Giornalisti, realizzando il suo sogno di essere un giornalista pubblicista. Questo il punto di svolta della carriera di Luciano che lo porta da Made in Sud, noto programma comico di Rai 2, fino al Festival di Sanremo dove conosce personaggi illustri del mondo dello spettacolo. Nel 2016 fonda la testata giornalistica Resportage, della quale è direttore e fotoreporter. L’animo gentile e la disponibilità estrema fanno di Luciano la persona giusta alla quale affidarsi per immortalare i momenti più importanti. Per Luciano la fotografia non è solo una professione ma uno stile di vita. “Dalla prima fotografia all’ultima, ogni volta provo sempre la stessa emozione quando scatto”. Luciano Squitieri

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui