Home Eventi PRESENTATO ALL’INSEGNA DELL’AMICIZIA IL ROMANZO “TUTTOATTACCATO” DI GIOVANNA SICA

PRESENTATO ALL’INSEGNA DELL’AMICIZIA IL ROMANZO “TUTTOATTACCATO” DI GIOVANNA SICA

1078
0

Giovedì 29 luglio, a Villa Calvanese, si è consumata la festa dell’amicizia.

Sica Giovanna, giornalista e scrittrice di storie vere per il settimanale Confidenze, ha presentato “Tuttoattaccato”, il suo primo romanzo, nella splendida cornice del Palazzo vanvitelliano di Castel San Giorgio, frazione Lanzara, in provincia di Salerno. Romanzo che in una presentazione precedente, presso la biblioteca comunale di Roccapiemonte e patrocinato dal Comune, era stato definito: “Corale, popolare, sperimentale. Di lingua, di ambizione e di sentimento” dal professore Gaetano Fimiani, a cui, in fatto di cultura, tutti dobbiamo qualcosa in questo angolo di mondo.

Romanzo che partendo dall’abbandono materno scardina tutti i rapporti umani e celebra l’amicizia come il più importante dei valori, soprattutto quando ha il potere di trarre in salvo chi non è stato amato dal corpo di donna che l’ha creato.

L’amicizia, quindi, a Villa Calvanese seduti vicini e “tuttiattaccati” come ha

precisato il sindaco di Roccapiemonte, Carmine Pagano, c’erano solo amici a fare cerchio attorno alla scrittrice.

Erano presenti l’avvocato Paola Lanzara e il dottor Giuseppe Alfano, rispettivamente sindaco e vicesindaco di Castel San Giorgio, che come Comune avevano patrocinato l’evento, per dare impulso al mondo della cultura mostrata in tant’altre iniziative sul territorio ed utili ad arricchire la coscienza critica dei cittadini.

Ma la festa dell’amicizia a Villa Calvanese non si è esaurita nell’abbraccio

istituzionale: si è arricchita della presenza della giornalista Ida Lenza, eccellente

moderatrice dell’incontro, e dell’attrice Micòl Gaia Ferrigno, che ha interpretato

magistralmente alcuni passi dell’opera di Giovanna Sica. E poi c’era l’Assostampa Campania Valle del Sarno con il presidente Salvatore Campitiello che anch’essa ha patrocinato l’evento.

“ La mia presenza – ha dichiarato il presidente Campitiello- non è solo istituzionale, ma altresì dettata dall’amicizia che mi lega a tutti coloro che hanno partecipato a questa bella occasione di cultura. L’amicizia, giovedì 29 luglio, a Villa Calvanese, è uscita dalle pagine del libro di Giovanna e ha avvolto tutti i presenti in un grande abbraccio, e quanto ne avevamo bisogno, dopo tutto quello che è successo negli ultimi due anni. E allora il mio pensiero non può che volgere all’amico e collega Mimmo Castellano e al suo affasciamoci (l’evento che porta il suo nome quest’anno si terrà proprio qui a Villa Calvanese, nella prima decade di settembre n.d.c.). E il tuttoattaccato di Giovanna, credo possa diventare il proseguo ideale del monito del nostro caro Mimmo”.

Marzia De Nardo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui