Home Arte Andrea Ansevini, un’artista a 360 gradi

Andrea Ansevini, un’artista a 360 gradi

186
0

Andrea Ansevini, classe 1979 vive a Polverigi con sua moglie Adele.

Scrittore, fotografo e musicista ama definirsi un’artista, perché ci dice, tutti nella vita siamo portati a coltivare una o più passioni. Quelle passioni per lui si chiamano “Arte”.

Appassionato di lettura fin da piccolo, legge di tutto, ma quello che preferisce di più è il fantasy, il noir, e l’horror.

Esordisce all’età di 11 anni nel lontano 1990 come poeta. Da allora ne ha scritte oltre 1800.

Dal 1997 al 2001 suona come tastierista in un gruppo musicale da lui fondato, “I magnifici cinque” dove è anche paroliere.

Con il tempo grazie al suo amico Diego, prematuramente scomparso nel 2006, impara anche a comporre musica e a incidere i suoi testi sotto forma di poesie recitate o rappate.

Ha inciso fino a oggi 16 CD, di cui 6 realizzati con sua moglie Adele, la sua musa ispiratrice.

Cd che sono stati anche trasmessi in radio regionali (in primis Radio Aut Marche grazie a Giancarlo Guardabassi) e nazionali (come RTL 102.5, Radio 2 nel programma “Il ruggito del coniglio” e Radio M2O con un’intervista rilasciata con Selvaggia Lucarelli).

Dal 2010 inizia a scrivere racconti e da allora ne ha scritti oltre 250.

Come autore ha pubblicato sei libri:

2010) “Poesia nel diario – 50 pensieri nel tempo” (una silloge poetica edita da Marcelli editore);

2015) “La porta misteriosa” (Romanzo prodotto in self);

2017) “Oltre la porta” (Romanzo fantasy, Le Mezzelane Casa Editrice).

Con questo romanzo è giunto al 2° posto a Roma a una gara nazionale e ha ricevuto anche una menzione speciale come migliore scrittore emergente nazionale alla serata “Gli Oscar delle Stelle” edizione 2019 dove ha condiviso il palco con ospiti nazionali come Sandra Milo, Michele Mirabella, Pino Scaccia e tanti altri.

2019) “Delitto in Casa Le Mezzelane (Romanzo Giallo ironico, Le Mezzelane Casa Editrice) scritto con Alessandra Piccinini;

2020) “Vietato dormire (20 racconti per restare svegli)” (Raccolta di 20 racconti di vario genere, prodotto in self);

2021) “Pinocchio anno zero” (Romanzo ironico, Le Mezzelane Casa Editrice) scritto con Viviana Nobilini.

Di lui però vogliamo approfondire il suo libro “Pinocchio anno zero”.

Un libro da “fuori di testa” come lo ha definito il cantautore Umberto Napolitano” che ne ha curato la prefazione.

SINOSSI:

Cosa succederebbe se l’Italia fosse governata da Pinocchio, diventato adulto, e noi fossimo tutti burattini al suo servizio?

E se qualcuno, a sua insaputa, tramando alle sue spalle muovessi i fili?

Pinocchio anno zero è un romanzo “fuori di testa”, volutamente caotico e ricco d’equivoci, contraddizioni e situazioni in alcuni casi al limite dell’assurdo.

Tra avventure rocambolesche, colpi di scena e imprevisti, non sarà facile per Pinocchio cavarsela, perché, si sa, il disastro è sempre dietro l’angolo.

Pur avendo come protagonista Pinocchio, il romanzo, presenta uno spaccato della società odierna, in cui realtà e fantasia si fondono, e non ha la presunzione di dare un seguito all’inarrivabile favola di Collodi, da cui ha preso in prestito i personaggi.

È quindi un testo ironico e divertente, che vuole fare divertire grandi e piccini.

SCHEDA TECNICA:

Data di pubblicazione: 10-06-2021

Numero di pagine: 136

Costo: 14,00 €

Collana: La mia strada

ISBN: 9788833285689

LINK EBOOK: http://negozio.lemezzelane.eu/…/pinocchio-anno-zero-ebook

LINK CARTA: http://negozio.lemezzelane.eu/…/pinocchio-anno-zero-carta

Questo libro, assieme alla sua amica Viviana Nobilini lo hanno presentato per la prima lo scorso 19 giugno a Todi all’evento “Todi, città del libro”.

L’ultima presentazione, per il momento, l’hanno realizzata sabato 24 luglio a mezzanotte all’evento “Il cortile di libri” a Fermo (FM) all’interno del favoloso Giardino Gigliucci davanti a un numeroso pubblico.

Ci dice Ansevini, di aver parlato anche del suo romanzo “Oltre la porta” per la 177° volta in pubblico e molte altre presentazioni, ci dicono gli autori, sono in programma per la regione e fuori.

Viviana Nobilini invece è alla sua prima collaborazione letteraria.

In precedenza, nell’ottobre 2020 ha pubblicato il suo primo libro “Come una cometa” (Le Mezzelane Casa Editrice)

Immagino la mia vita come un cielo costellato di una miriade di stelle, che rappresentano gli eventi importanti, quelli che segnano, che non si dimenticano. E poi ci sono le comete che, quando passano, illuminano così tanto l’esistenza da lasciare ricordi indelebili. Poi, però, spariscono; si allontanano lasciando dietro di loro una scia che si dissolve l’oscurità, fino al sorgere del sole. “Come una cometa” è anche il titolo del primo racconto, interamente autobiografico, di questa raccolta, che racchiude storie di vita intense e profonde. Sono racconti introspettivi, che toccano varie tematiche, il cui filo conduttore è l’Amore, inteso in senso nel suo senso più ampio, che ci guida e ci accompagna nel nostro percorso ed è alla base di ogni nostra scelta. I racconti sono alternati alle poesie, che esprimono in versi le emozioni che l’autrice ha provato attraverso i suoi personaggi, in cui ognuno di noi, forse, si può immedesimare, almeno in un momento della vita.

Ansevini, nella sua lunga carriera ha preso parte come fotografo a esposizioni fotografiche in vari circoli culturale e a numerosi concorsi letterari portando a casa molte coppe, targhe, menzioni vari e medaglie, oltre 50.

Lo scorso aprile ha ricevuto un premio d’eccellenza a un concorso internazionale di poesia.

Ha realizzato e ideato anche serate di beneficienza in favore delle persone più bisognose, l’ultima è del 2016 dove ha raccolto fondi da destinare alle popolazioni del centro Italia colpite dal sisma,

Dal 2020 ha dato vita assieme alla sua amica Sara Marino a un salotto culturale online denominato “Il salotto culturale di Andrea e Sara” che ha riscosso molto successo in ambito nazionale con oltre 100 dirette e giunto alla seconda edizione. A ottobre inizierà la terza edizione.

Assieme a Sara sono stati anche ospitati in molte radio e dirette online e assieme stanno scrivendo un libro mentre altri, ci dicono, sono in cantiere.

Sempre con Sara Marino e ad altri due autori hanno dato il via a “I libri di S.E.R.A.” una presentazione di libri di autori della loro casa editrice che realizzano in soli 10-15 minuti con ascolti da record.

Con la sua amica Francesca Compagno invece hanno ideato “Il diario di bordo di Francesca e Andrea” dove anche qui presentano autori di libri online a bordo di una finta nave. Anche con Francesca, ci dice Ansevini, sta scrivendo un libro.

Numerosi altri libri li ha in cantiere sia da solo che in collaborazioni, quindi seguitelo dal suo profilo Facebook, dalla sua pagina oppure dalla pagina “I mille fogli sparsi di Andrea e Sara”, oppure dal suo canale Youtube.

????????????????????????????????????
Articolo precedenteLuglio inaugura la stagione di eventi del MOA di Eboli
Articolo successivoSesso, droga e violenza
Luciano Squitieri nasce nel 1988 a Sarno, cresce tra Striano, un piccolo paesino alle pendici del Vesuvio, e Santa Maria di Castellabate, piccolo borgo nel cuore del Cilento. Mentre studia per il diploma in Elettronica ed Automazione presso l’istituto superiore “ITIS E. Fermi” di Sarno, si avvicina al mondo della fotografia, lasciandosi ispirare dei grandi nomi della street photography. Conseguito il diploma nel 2009, Luciano decide che la fotografia sarà il suo pane quotidiano. Seguendo le orme di suo fratello Gianni, imbraccia la fotocamera e lavora duro per imparare tutti i trucchi del mestiere. Nel 2015, dopo tre anni di impegno e dedizione, gli viene consegnato il tesserino ufficiale dell’Ordine dei Giornalisti, realizzando il suo sogno di essere un giornalista pubblicista. Questo il punto di svolta della carriera di Luciano che lo porta da Made in Sud, noto programma comico di Rai 2, fino al Festival di Sanremo dove conosce personaggi illustri del mondo dello spettacolo. Nel 2016 fonda la testata giornalistica Resportage, della quale è direttore e fotoreporter. L’animo gentile e la disponibilità estrema fanno di Luciano la persona giusta alla quale affidarsi per immortalare i momenti più importanti. Per Luciano la fotografia non è solo una professione ma uno stile di vita. “Dalla prima fotografia all’ultima, ogni volta provo sempre la stessa emozione quando scatto”. Luciano Squitieri

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui