Home Arte Trento, I luoghi della Cultura

Trento, I luoghi della Cultura

55
0

ALLA SCOPERTA DELLE CITTÀ ITALIANE

Chi ha voglia di tornare a viaggiare nelle migliori città d’arte italiane? In questa nuova rubrica, andremo a scoprire le attrazioni culturali e i capolavori artistici meno conosciuti, che si nascondono nelle nostre città. Perché l’Italia è certamente un paese tutto da scoprire, e se a causa della pandemia non possiamo spostarci, niente ci impedisce di fare dei tour virtuali! Siete pronti?

Per iniziare voglio parlarvi proprio della mia città, ovvero di Trento. Città turistica molto conosciuta soprattutto per i mercatini di Natale, presenta numerose perle nascoste, note solamente agli abitanti del posto. Oltre alla conosciutissima Piazza del Duomo, con la Cattedrale di San Vigilio, ci sono infatti moltissime cose da vedere!

Sicuramente molti conosceranno Trento per via del Concilio che si svolse in tre momenti separati dal 1545 al 1563, con l’obiettivo di porre fine al dilagare della dottrina di Martin Lutero e che ebbe come esito la controriforma. Ma questa città ha origini ben più lontane, collegate soprattutto alle conquiste romane del I secolo a.C. Il nome stesso, Trento, deriva infatti dal nome assegnato dai romani, ovvero Tridentum. 

Proprio per questo motivo, imperdibile è la possibilità di vedere i resti dell’antica città romana! Infatti, sotto Piazza Cesare Battisti, durante i lavori di ampliamento del Teatro Sociale tra il 1990 e il 2000, sono stati ritrovati un lungo tratto della cinta muraria orientale, parti di una torre, un segmento di un decumano minore (la via che correva in direzione est-ovest nelle città romane), i condotti della rete fognaria e diversi reperti. È possibile vedere anche alcune parti di abitazioni con ambienti domestici, pavimenti decorati a mosaici e persino la bottega di un vetraio. 

Tutto questo rientra sotto il nome di Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, che ricorda un antico quartiere cittadino denominato Sas, raso al suolo negli anni 30’ del Novecento per fare spazio a piazza Cesare Battisti. È possibile avere maggiori informazioni sul sito https://www.cultura.trentino.it/Luoghi/Tutti-i-luoghi-della-cultura/Aree-archeologiche/Tridentum.-La-citta-sotterranea

Foto del sito ufficiale

Inoltre impossibile non visitare il Museo Diocesano Tridentino, uno dei primi fondati in Italia. Ha sede nel cosiddetto Palazzo Pretorio, residenza dei Vescovi di Trento fin dall’Alto Medioevo. Presenta numerose mostre ogni anno, per non parlare delle collezioni permanenti con codici miniati, arazzi fiamminghi e molto altro! 

Palazzo Pretorio, Wikipedia

Anche in questo caso, si possono trovare maggiori informazioni sia sulla storia, che sulle mostre e le collezioni sul sito ufficiale:  https://www.museodiocesanotridentino.it/

Concludiamo questa visita virtuale alla città di Trento, con la Chiesa di Santa Maria Maggiore, distante solamente trecento metri da Piazza Duomo e dalla Cattedrale di San Vigilio. Essa si presenta in “stile clesiano”, chiamato così perché voluto dal Principe Vescovo Bernardo Clesio in epoca rinascimentale. Edificata probabilmente su un impianto termale di epoca romana, ha avuto numerose ristrutturazioni nel corsi dei secoli. Inoltre ha avuto un ruolo fondamentale durante il Concilio di Trento. 

Chiesa di Santa Maria Maggiore, Wikipedia

Foto in copertina: Wikipedia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui