Home Calcio I primi tre punti vanno all’Italia: decisivi Berardi ed Immobile

I primi tre punti vanno all’Italia: decisivi Berardi ed Immobile

66
0
Fonte foto: RaiSport

Al debutto verso i Mondiali in Qatar del 2022, questa sera, l’Italia di Roberto Mancini non delude le aspettative. Non le delude fin dall’inizio, dal fischio d’inizio sembra padroneggiare il gioco senza effettivi problemi dalle parti di Gigio Donnarumma, che almeno nella prima frazione di gioco non viene impegnato ai massimi livelli.

Il guizzo di Berardi sblocca il match e contribuisce ad innalzare l’autostima del calciatore attualmente in forza al Sassuolo, che si sta confermando ad alti livelli anche con i compagni azzurri dopo un’ottima stagione con i neroverdi. Nel tridente con Insigne ed Immobile, infatti, sembra trovarsi a proprio agio.

E’ proprio la prima punta della Lazio che sigla il 2-0 e mette il match quasi in cassaforte, con un’esultanza quasi liberatoria dopo il periodo di astinenza dal goal con la sua Lazio in campionato. Caparbio e pronto a sfruttare l’occasione per il raddoppio.

Non è stato facile nel secondo tempo, in qualche occasione, arginerà l’attacco degli ospiti. Pericolosi i tiri di Whyte e Smith, ma è bravo l’estremo difensore del Milan a tappare tutti i buchi e a mantenere la porta inviolata al primo grande appuntamento.

Nel finale gli uomini di Mancini sfioreranno il tris dopo svariati tentativi con Chiesa sugli scudi. I brutti ricordi della doppia sfida con la Svezia e la conseguente mancata qualificazione per Russia 2018 dovranno rimanere, nel tempo, solo aspetti negativi da accantonare per non avere rimorsi. Per ripartire in un nuovo ciclo fatto di nuove idee e tanti stimoli nuovi.

L’inizio è quello giusto, ora tocca al campo decretare quante siano le possibilità alla portata degli azzurri. Buoni segnali arrivano da ogni reparto e chi ha sostituto le indisponibilità, difatti, si è rivelato una piacevole sorpresa. E’ il caso di Locatelli, che ha preso il posto dell’esperto Jorginho senza far sentire minimamente la sua mancanza.

Che sia questa l’Italia titolare o meno, inoltre, lo scopriremo nelle prossime due gare di qualificazione. Ci sono ottime possibilità che molti dei calciatori utilizzati ieri sera siano titolari anche prossimamente. Le ottime prestazioni di Pellegrini e Verratti certificano un centrocampo complementare con alternanza tra intensità, sostanza e qualità di raccordo tra centrocampo e attacco.

La difesa è una certezza da anni e il blocco Juve, anche se dopo svariati anni di “militanza”, continua ad assicurare porta inviolata e leadership. Bonucci e Chiellini saranno destinati ad abbandonare l’Italia nei prossimi anni ma il loro apporto in quanto veterani e stimolo per i più giovani rimane importantissimo.

Emerson Palmieri e Florenzi continuano il loro percorso di crescita in Nazionale e con Gigio Donnarumma formano un trio giovanissimo e di prospettiva per il futuro. I cambi dovranno essere all’altezza, ad ogni modo, per permettere ai titolari di rifiatare.

In attacco c’è poco da dire, il parco offensivo recita nomi illustri con esperienza da vendere nella massima competizione quale è la Serie A. Ci sono tutti i presupposti per divertirci e far divertire i tifosi da casa, anche in un periodo di estrema difficoltà sia fisica che psicologica per il nostro Paese.

Forza Italia, ad maiora verso nuovi traguardi.

Fonte foto: TuttomercatoWeb.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui