Home Attualità Sanremo, Amadeus: “Finalmente si comincia”. E annuncia: “Laura Pausini sarà al Festival...

Sanremo, Amadeus: “Finalmente si comincia”. E annuncia: “Laura Pausini sarà al Festival mercoledì”

80
0

Il direttore artistico e conduttore in conferenza stampa: “Regaleremo, con Fiorello, cinque serate di grande musica e spettacolo”

“Siamo qui, ce l’abbiamo fatta. Finalmente si comincia. Sono molto emozionato, lo ero l’anno scorso e lo sono anche in questo momento perché è un’emozione diversa”. Così Amadeus nella conferenza stampa che dà il va alla settimana del 71esima Festival di Sanremo. Conferenza tenuta nella sala stampa allestita quest’anno al Casinò per tenere separati il mondo dei media con l’attività all’Ariston. “Regaleremo, con Fiorello, cinque serate di grande musica e spettacolo e ringrazio tutte le maestranze e tutti coloro, che dal vertice Rai e fino all’ultimo degli addetti, hanno lavorato a questo appuntamento”. 

“Laura Pausini sarà al Festival mercoledì”

Fresca vincitrice del Golden Globe nella categoria Miglior canzone originale con il brano “Io sì (Seen)”, Laura Pausini sarà ospite del Festival di Sanremo mercoledì sera, seconda serata. Lo ha annunciato Amadeus in conferenza stampa. “Verrà a cantare Io sì, il brano con cui questa notte ha vinto il Golden Globe. Sono emozionato, è l’artista più internazionale che abbiamo”, ha aggiunto Amadeus.

E pochi minuti dopo c’è stato il collegamento telefonico da Los Angeles con la stessa artista, che si è detta molto emozionata sia per la vittoria che per la partecipazione al Festival. Proprio a Sanremo è cominciata 28 anni fa la carriera artistica di Pausini.

Durante il collegamento con la conferenza stampa del Festival di Sanremo, Laura Pausini ha commentato il Golden Globe vinto nella notte: “Sto vivendo questa cosa che è irreale. E’ un grande piacere condividerlo con voi, con le persone con cui la mia carriera è iniziata. Da ieri non abbiamo dormito. Ci sono tante emozioni e tanta Italia. Questi sono i miei colori: sono in zona arancione ma mi sento bianca, rossa e verde”. “Quando mi avvicino con la macchina a Sanremo me la faccio ancora molto sotto, lo temo tantissimo. Ogni volta che canto lì poi mi dico che non l’ho fatto al massimo. Per fortuna ancora non riesco a controllare le emozioni, nonostante ne abbia vissute tante”, aggiunge.

I 13 Big che si esibiranno nella prima serata

Questi i tredici Big che si esibiranno domani, martedì 2 marzo, sul palco dell’Ariston in ordine alfabetico: Aiello, Arisa, Annalisa, Colapesce Dimartino, Coma_Cose, Fasma, Francesca Michielin e Fedez, Francesco Renga, Ghemon, Irama, Madame, Maneskin, Max Gazzè. Mercoledì sarà la volta di: Bugo, Gaia, Ermal Meta, Extraliscio, Gio Evan, Fulminacci, La Rappresentante di Lista, Lo Stato Sociale, Malika Ayane, Noemi, Orietta Berti, Random, Willie Peyote.

Nuove Proposte, gli artisti in gara martedì

Questi gli artisti in gara tra le Nuove Proposte che saliranno sul palco dell’Ariston domani, martedì 2 marzo, in ordine alfabetico: Avincola, Elena Faggi, Folcast, Gaudiano. Mercoledì sarà la volta di Davide Shorty, i Dellai, Greta Zuccoli, Wrongonyou.

Gli ospiti della prima serata

Gli ospiti di domani, prima serata del festival di Sanremo 2021, saranno Diodato, Loredana Bertè, l’infermiera simbolo della pandemia Alessia Bonari, la banda della Polizia di Stato con la violinista russa Olga Zakharova e il sassofonista Stefano Di Battista.

Il direttore di Rai1, Coletta: “Sì al Festival per regalare leggerezza”

Il direttore di Rai1, Stefano Coletta, aprendo la prima conferenza ufficiale di Sanremo 2021, ha ribadito: “In questi giorni di prove, davvero ho pensato a tutta la discussione sulla necessarietà o meno di rinviare il festival: il servizio pubblico ha deciso con forza che non si potesse saltare questa edizione, perché dovere del servizio pubblico è non solo informare ma consegnare una quota di leggerezza, evasione”. “Quando Sanremo nella norma arriva, viene analizzato, anatomizzato nei dettagli, non solo dalla stampa o dalla politica: chiunque ha ritenuto, come era legittimo, di scandagliare tutte le decisioni che venivano evocate sul festival. In realtà siamo qui con la passione di sempre a partire dal direttore artistico, ma di tutta la Rai, siamo riusciti a realizzare, nel protocollo più rigoroso, una meraviglia”, ha detto ancora. “In questa settimana ritualistica che scompagina le nostre vite verso la spensieratezza, quest’anno quanto possibile misurata, fare il festival con Amadeus e Fiorello ha proprio questo senso”. “Il codice di imprevedibilità tra i due mattatori sarà regalato al bisogno profondo e primario delle persone, nella consapevolezza, nella misura e nella sobrietà del momento, ci regaleranno un bellissimo spettacolo”. Coletta ha ribadito anche “il gran lavoro fatto da Amadeus nella selezione delle canzoni, che raccontano il nostro oggi”.

Biancheri: non fare il Festival sarebbe stata una sconfitta per tutti

“Fare un festival di questo tenore non è semplice. Non farlo sarebbe stata la scelta più facile, ma anche una sconfitta per tutti. Il festival non è solo della Rai, ma di tutti”. Lo ha detto il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri che ha sottolineato come il festival dia “una promozione enorme a livello turistica. E Sanremo vive di turismo. Speriamo che questo sia un messaggio di ripartenza”. Biancheri si è poi congratulato con Laura Pausini per la vittoria ai Golden Globes. “Un premio fondamentale per la sua carriera iniziata qui 28 anni fa”.

Fonte: www.ilsecoloxix.it

Articolo precedenteGolden Globe, “Io sì” di Laura Pausini premiata come miglior canzone originale: “Non ci posso credere”. Trionfano “Nomadland” e “The Crown”
Articolo successivoLa visita inaspettata di Amadeus sul palco di Casa Sanremo
Luciano Squitieri nasce nel 1988 a Sarno, cresce tra Striano, un piccolo paesino alle pendici del Vesuvio, e Santa Maria di Castellabate, piccolo borgo nel cuore del Cilento. Mentre studia per il diploma in Elettronica ed Automazione presso l’istituto superiore “ITIS E. Fermi” di Sarno, si avvicina al mondo della fotografia, lasciandosi ispirare dei grandi nomi della street photography. Conseguito il diploma nel 2009, Luciano decide che la fotografia sarà il suo pane quotidiano. Seguendo le orme di suo fratello Gianni, imbraccia la fotocamera e lavora duro per imparare tutti i trucchi del mestiere. Nel 2015, dopo tre anni di impegno e dedizione, gli viene consegnato il tesserino ufficiale dell’Ordine dei Giornalisti, realizzando il suo sogno di essere un giornalista pubblicista. Questo il punto di svolta della carriera di Luciano che lo porta da Made in Sud, noto programma comico di Rai 2, fino al Festival di Sanremo dove conosce personaggi illustri del mondo dello spettacolo. Nel 2016 fonda la testata giornalistica Resportage, della quale è direttore e fotoreporter. L’animo gentile e la disponibilità estrema fanno di Luciano la persona giusta alla quale affidarsi per immortalare i momenti più importanti. Per Luciano la fotografia non è solo una professione ma uno stile di vita. “Dalla prima fotografia all’ultima, ogni volta provo sempre la stessa emozione quando scatto”. Luciano Squitieri

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui