Home Enogastronomia All’università del gusto: come e dove laurearsi in gastronomia

All’università del gusto: come e dove laurearsi in gastronomia

29
0

Una selezione di atenei italiani che, tra corsi di laurea e master, formano i futuri professionisti della cucina, dell’enogastronomia e dell’alimentazione

Diventare chef e professionisti della gastronomia. È questo il sogno di tanti giovani italiani, appassionati di cucina e del mondo del food. Nonostante la crisi generata nella ristorazione dalla pandemia la tendenza pare confermarsi: a rivelarlo è un recente sondaggio Monitor, condotto in collaborazione con Fine Dining Lovers.

I dati rivelano che nonostante le difficoltà, nella categoria chef under 35, un giovane su sei è convinto che riuscirà ad avviare la propria attività. Inoltre, la metà degli intervistati ritiene che il futuro creerà consumatori sempre più consapevoli, ragione per cui la formazione è ritenuta la carta vincente che permetterà al settore di superare la crisi globale.

A tale riguardo sono molte le università italiane che, facendo tesoro del patrimonio alimentare e di conoscenze nostrano, formano i futuri professionisti della cucina, delle eccellenze enogastronomiche e dell’alimentazione.

L’interrogativo, come sempre, è: da dove cominciare? Grazie alla rubrica Futuro, HuffPost Italia ha selezionato alcune interessanti accademiche, tra corsi di laurea e master.

Corsi di Laurea 

Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo

L’Università degli studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, nata e promossa nel 2004 dall’associazione internazionale Slow Food con la collaborazione delle regioni Piemonte ed Emilia Romagna, è un’università non statale legalmente riconosciuta dallo stato italiano. L’ateneo forma i gastronomi, nuove figure professionali che hanno conoscenze e competenze interdisciplinari nell’ambito delle scienze, cultura, politica, economia ed ecologia del cibo e sono in grado di sviluppare valori come la sostenibilità e la sovranità dei sistemi alimentari globali, comprendendone tutte le fasi, dalla produzione al consumo. Diversi i corsi di laurea attivi.

Per maggiori informazioni

Scienze e culture enogastronomiche, Università degli Studi Roma Tre

Il Corso di Laurea in Scienze e Culture Enogastronomiche ha come obiettivo generale la formazione di operatori in grado di valorizzare, salvaguardare e promuovere le specificità enogastronomiche del territorio Italiano. Esso si configura come un percorso multidisciplinare in grado di fornire competenze nei molteplici aspetti culturali del settore alimentare ed enogastronomico. La formazione di questi laureati avrà come fondamenta solide competenze scientifiche e tecniche, che potranno essere integrate con competenze di altre aree: economica; del marketing e della comunicazione; giuridica; storico-antropologica. La struttura di base del Corso e volta a formare laureati capaci di operare con competenza nei seguenti campi: produzione e trasformazione delle materie prime alimentari di origine animale e vegetale; sicurezza igienico-sanitaria degli alimenti; valutazione e valorizzazione della qualità degli alimenti dal punto di vista nutrizionale e salutistico, sensoriale, economico e storico-antropologico.

Per maggiori informazioni

Scienze, culture e politiche gastronomiche per il benessere, collaborazione tra Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e Università di Viterbo “Tuscia”

Forma specialisti con un orizzonte di opportunità lavorative che va dagli esperti in scienze enogastronomiche agli addetti alla valorizzazione e comunicazione, sia giornalistica che sui social media. Il corso di laurea è caratterizzato da una formazione accademica di eccellenza attraverso un percorso didattico interdisciplinare che coinvolge più di quindici diversi Dipartimenti delle due Università coinvolte. Il primo anno è dedicato allo studio delle scienze di base (chimica, statistica ed epidemiologia), della produzione agroalimentare, della sostenibilità e delle scienze umanistiche (antropologia del cibo e del gusto, storia e geografia dell’alimentazione); nel secondo anno si passa alle tecnologie gastronomiche, alla chimica degli alimenti, all’economia e al marketing in ambito agroalimentare e gastronomico e alla gestione della sostenibilità dei sistemi agroalimentari; nel terzo e ultimo anno di corso sono affrontate la comunicazione in ambito alimentare e gastronomico, l’analisi sensoriale degli alimenti, la ristorazione collettiva e il diritto agroalimentare. Grande rilevanza è attribuita all’esperienza sul campo: il corso prevede che gli studenti frequentino stage presso aziende, enti ed associazioni di settore per un totale di trenta crediti, che corrispondono a un sesto della formazione. Gli iscritti hanno anche ampia possibilità di indicare insegnamenti, partecipazioni ad eventi o ulteriori tirocini coerenti con il proprio percorso formativo.

Per maggiori informazioni

Scienze e tecnologie della ristorazione, Università degli Studi di Milano

Il corso di laurea in Scienze e Tecnologie della Ristorazione si pone l’obiettivo di preparare laureati con conoscenze e capacità professionali specifiche per le richieste delle imprese e delle organizzazioni che operano nel mondo della ristorazione. Per soddisfare queste richieste la formazione viene incentrata sugli aspetti della sicurezza e qualità della preparazione, conservazione e distribuzione degli alimenti per collettività, e sulla gestione delle aziende di ristorazione e di servizio alla stessa. Il corso di laurea è erogato dal Dipartimento di Scienze per gli Alimenti, la Nutrizione e l’Ambiente in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali.

Per maggiori informazioni

Scienze e Cultura della Gastronomia e della Ristorazione, Università degli Studi di Padova

Questo corso si rivolge a chi desidera lavorare nel settore enogastronomico acquisendo tutte le conoscenze e le problematiche che lo caratterizzano. Il percorso formativo proposto, dal carattere spiccatamente multidisciplinare, ti consentirà di operare nella progettazione, gestione, organizzazione e pianificazione dei processi e dei sistemi in aziende gastronomiche ad esempio come beverage manager o responsabile di struttura (curriculum tecnico e gestionale), oppure nell’ambito della valorizzazione e comunicazione del prodotto agroalimentare (curriculum tecnico e della comunicazione).

Per maggiori informazioni

Scienze Gastronomiche, Università degli Studi di Parma

Il Dipartimento di Scienze degli Alimenti dell’Università degli Studi di Parma ha istituito nel 2004 il primo corso di laurea pubblico dedicato al complesso mondo della qualità gastronomica degli alimenti e della comunicazione. Il corso di Laurea in Scienze Gastronomiche vuole affrontare gli aspetti legati alla conoscenza e alla valorizzazione degli alimenti e dei luoghi ove questi sono prodotti. La formazione in Scienze Gastronomiche, oltre ad una conoscenza di base degli aspetti scientifici, tecnici e nutrizionali degli alimenti, pone quindi grande attenzione alla “cultura” del cibo, approfondendone gli aspetti storici, antropologici, psicologici ed economici.

Per maggiori informazioni

Scienze Gastronomiche Mediterranee, Università Federico II di Napoli

L’obiettivo formativo del Corso è quello di produrre Dottori in Scienze Gastronomiche dotati di un elevato grado di professionalità che, partendo dall’aspetto gastronomico, si estende ai processi produttivi legati alle specificità territoriali (in particolare dell’area Mediterranea), alle tecnologie alimentari, sia quelle tradizionali sia quelle più avanzate, alla storia e cultura del cibo, alla sicurezza alimentare, all’imprenditorialità e gestione di aziende e di grandi gruppi attivi nei settori della ristorazione e promozione del nostro patrimonio

Per maggiori informazioni

Scienze gastronomiche, Università degli Studi di Messina

Il Corso di Laurea si pone l’obiettivo di preparare laureati che abbiano buone conoscenze di base nei settori della matematica, fisica, chimica e biologia. Le conoscenze acquisite in questi settori, che prevedono sia lezioni frontali che esercitazioni, hanno il duplice obiettivo di fornire un bagaglio culturale di base e dall’altro fornire le fondamenta su cui poi si svilupperanno le tematiche tipiche del sistema agroalimentare. Inoltre il laureato in Scienze Gastronomiche deve possedere buone conoscenze relative alla composizione chimico-fisica degli alimenti e alle caratteristiche organolettiche e nutrizionali degli stessi. Il laureato deve avere nozioni sui principi dell’alimentazione umana e sulle errate abitudini alimentari, che possono minare il benessere dell’uomo. Il laureato deve avere nozioni sulla legislazione alimentare e sanitaria nazionale e comunitaria sempre in riferimento agli alimenti. Deve ancora essere in grado di esaltare il legame tra la gastronomia e il territorio, laddove il turismo rappresenti una importante risorsa economica. Il Corso si prefigge anche di far raggiungere al laureato il livello B1/B2 nella lingua inglese e capacità di gestione dei sistemi informatici.

Per maggiori informazioni

Master

Master in cultura dell’alimentazione, Università di Roma “Tor Vergata”

Il Master ha la finalità di valorizzare le tradizioni enogastronomiche, trasmettendo un’autentica conoscenza dei modi di produzione e di trattamento del cibo, dei prodotti agroalimentari sia in chiave storica che in chiave attuale e di ideare abbinamenti degli itinerari enogastronomici con altri aspetti della cultura del territorio. L’operatore che il Master intende formare dovrà acquisire e perfezionare conoscenze specifiche per inserirsi nei settori pubblici e privati interessati alla tutela e alla valorizzazione, nonché alla promozione e allo sviluppo dell’industria alimentare, del turismo culturale ed enogastronomico.

Per maggiori informazioni

Master in food quality management and communication, Università di Pisa

Il Master in Food Quality Management and Communication, è un percorso di alta formazione universitaria di I livello, part-time, di durata annuale, rivolto a neo-laureati di tutte le discipline e professionisti già impegnati nel mondo del lavoro. Prevede due indirizzi:

1. Percorso Food Manager: forma profili professionali altamente qualificati in grado di gestire in modo integrato gli aspetti gestionali dell’area food come qualità, sicurezza, innovazione, comunicazione e sostenibilità;
2. Percorso Executive Manager: forma profili altamente qualificati per la gestione della ristorazione, dal concept al business model, dalla promozione tradizionale al delivery, in un settore in forte cambiamento.

Per maggiori informazioni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui