Home Beverage & Co. Qualcosa “shakera” nel bicchiere : Hugo Cocktail

Qualcosa “shakera” nel bicchiere : Hugo Cocktail

460
0


Sono le 19:30 circa…
Non so voi, ma per me è l’ora dell’aperitivo.
Che ne dite, vi va un Hugo Cocktail?
Sì, lo so lo so di sicuro mi direte :
“Ma Marti! siamo a dicembre e l’Hugo è un drink estivo!”
Ed io, dall’alto della mia solita ironica saccenza, risponderei :
“Embè? non sapete che bere “l’estate” in inverno è très chic?”
Ok, bando alle ciance e ciancio alle bande, scegliamo la nostra playlist preferita perché della buona musica non deve mancare mai e scopriamo insieme come procedere alla composizione del nostro cocktail.
Pronti?
Bene, iniziamo!

INGREDIENTI (per un Calice)
° 60 ml di prosecco
° 60 ml di seltz (soda o semplicemente dell’acqua gassata)
° 30 ml di sciroppo di fiori di sambuco
° foglie di menta fresca
° ghiaccio

PREPARAZIONE
Primo Step.
Come primo step è fondamentale la scelta del bicchiere.
E “spiando” o meglio, osservando attentamente il lavoro del mio Bartender di fiducia, ho notato che per questa tipologia di drink ha spesso utilizzato :
– Calici da vino bianco
– Double Rocks
– o un Highball
Io ho il calice.
Una volta scelto il bicchiere, riempiamolo di ghiaccio oppure lasciamolo in freezer (per qualche ora) al fine di raffreddarne le pareti poiché, essendo l’Hugo un long drink, è necessario che il bicchiere sia ghiacciato.
Nel caso, come me, abbiate optato per il metodo di raffreddamento da ghiaccio, vi consiglio di scolare (dal bicchiere) i residui d’acqua che si sono andati poi a formare.

1 step

Secondo Step.
Passiamo al secondo step che prevede la miscelazione dei tre ingredienti (prosecco, sciroppo e soda).
Di solito, si parte dallo sciroppo… ma, secondo il mio modesto parere e vari ed eventuali esperimenti o tentativi del “fai da te”, essendo lo sciroppo più denso tra i tre liquidi e per evitare che s’incolli al ghiaccio o che rimanga nel fondo del bicchiere… io suggerirei di iniziare dal prosecco poi versare lo sciroppo ed infine aggiungere la soda.
Mescolare delicatamente con un cucchiaino da cocktail o semplicemente con una cannuccia.

2 Step

Terzo step.
Ultimo ma non meno importate, è il terzo step.
Qui, la protagonista indiscussa è la menta… che con il suo aroma, donerà quel tocco in più di freschezza e con il suo bel colore renderà più elegante e vivo il nostro cocktail.
Facile e veloce ecco pronto in 5 minuti il nostro drink.

3 Step

Ovviamente si raccomanda la moderazione.
Ricordate, l’alcol va assaporato con equilibrio e se proprio dovete… “sbronzatevi” di musica che non fa mai male.
Possibilmente di rock! 🙂
Ed ora, come dice una mia cara amica : “Cin Ciniamo!!!”… alias brindiamo.
Spero che la mia proposta d’aperitivo vi sia piaciuta.
Vi saluto e ci vediamo al prossimo “shak”.

OnAir : Patti Smith con Looking For You (I Was).

CURIOSITA’
Alto Adige, correva l’anno 2005.
Cocktail dal gusto delicato, dolce e floreale l’Hugo fu inventato dal bartender Roland Gruber in alternativa allo Spritz.
La ricetta originale prevedeva lo Sciroppo di Melissa, ma per la sua difficile reperibilità fu sostituita dallo Sciroppo di fiori di Sambuco che potete trovare in tutti i supermercati a prezzi modici.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui