Home Attualità Terremoto a Pozzuoli, boato e poi la scossa: paura tra la popolazione

Terremoto a Pozzuoli, boato e poi la scossa: paura tra la popolazione

621
0

Paura a Pozzuoli, nella provincia di Napoli, dove in serata una forte scossa di terremoto è stata distintamente avvertita dalla popolazione: l’evento sismico, durato pochi secondi, è stato di magnitudo 1.8. La zona più colpita, dove la scossa è stata maggiormente avvertita, è stata quella della Solfatara.

Paura questa sera a Pozzuoli, dove una scossa di terremoto è stata avvertita distintamente dalla popolazione: non è ancora stata comunicata dall’Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia) l’intensità della scossa, ovvero la magnitudo, così come non si conoscono ancora esattamente né l’epicentro né l’ipocentro. La scossa è stata preceduta da un forte boato, che ha messo in agitazione coloro che l’hanno avvertito. Il terremoto è stato maggiormente avvertito nella zona alta della città flegrea, dove sorge il Vulcano Solfatara, ma l’evento sismico è stato talmente consistente da essere stato avvertito anche nella zona dell’Anfiteatro Flavio, in quella del lungomare di via Napoli e addirittura ad Arco Felice, quartiere periferico della città dei Campi Flegrei. La scossa è chiaramente visibile anche nei grafici dei sismografi dell’Osservatorio Vesuviano, che hanno registrato un picco considerevole a Pozzuoli.

Fonte: www.fanpage.it

Articolo precedentePisa, primario “apre” la terapia intensiva ai familiari dei pazienti Covid: “Umanizzare le cure”
Articolo successivoUna stella luminosa che sta diventando più fioca. Dov’è finita la Joya?
Luciano Squitieri nasce nel 1988 a Sarno, cresce tra Striano, un piccolo paesino alle pendici del Vesuvio, e Santa Maria di Castellabate, piccolo borgo nel cuore del Cilento. Mentre studia per il diploma in Elettronica ed Automazione presso l’istituto superiore “ITIS E. Fermi” di Sarno, si avvicina al mondo della fotografia, lasciandosi ispirare dei grandi nomi della street photography. Conseguito il diploma nel 2009, Luciano decide che la fotografia sarà il suo pane quotidiano. Seguendo le orme di suo fratello Gianni, imbraccia la fotocamera e lavora duro per imparare tutti i trucchi del mestiere. Nel 2015, dopo tre anni di impegno e dedizione, gli viene consegnato il tesserino ufficiale dell’Ordine dei Giornalisti, realizzando il suo sogno di essere un giornalista pubblicista. Questo il punto di svolta della carriera di Luciano che lo porta da Made in Sud, noto programma comico di Rai 2, fino al Festival di Sanremo dove conosce personaggi illustri del mondo dello spettacolo. Nel 2016 fonda la testata giornalistica Resportage, della quale è direttore e fotoreporter. L’animo gentile e la disponibilità estrema fanno di Luciano la persona giusta alla quale affidarsi per immortalare i momenti più importanti. Per Luciano la fotografia non è solo una professione ma uno stile di vita. “Dalla prima fotografia all’ultima, ogni volta provo sempre la stessa emozione quando scatto”. Luciano Squitieri

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui