Home Calcio Champions League, tris Lazio allo Zenit. Ok la Juve in extremis

Champions League, tris Lazio allo Zenit. Ok la Juve in extremis

103
0
ROME, ITALY - NOVEMBER 24: Marco Parolo with his teammates of SS Lazio celebrates after scoring the team's second goal during the UEFA Champions League group F stage match between SS Lazio and Zenit St. Petersburg at Stadio Olimpico on November 24, 2020 in Rome, Italy. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Notte di Champions che sorride per le nostre italiane. La Lazio di Simone Inzaghi non fallisce l’importante appuntamento casalingo contro lo Zenit, così come la Juventus che, se pure a fatica, é riuscito ad avere la meglio sul Ferencvaros centrando la qualificazione agli ottavi con due giornate d’anticipo.

I biancolesti sbloccano subito l’incontro con il solito Ciro Immobile, autore di un gran destro leggermente deviato da un difensore dello Zenit terminato dritto all’incrocio dei pali. Al 22′ raddoppia Parolo con un tiro dalla distanza.
Reazione dei russi con Dzyuba che subito dopo riapre il discorso. Nella ripresa ancora gol di Immobile che dagli undici metri batte Kezhakov. La Lazio ha ora 4 punti di vantaggio sul Bruges e lo scontro diretto con i belgi in casa a due gare dal termine.

LAZIO (3-5-2): Reina; Patric (60′ Luiz Felipe), Hoedt, Acerbi; Lazzari (68′ Fares), Parolo (60′ Akpa-Akpro), Lucas Leiva (68′ Cataldi), Luis Alberto, Marusic; Correa, Immobile (81′ Muriqi). All. Inzaghi

ZENIT (3-5-2): Kerzhakov; Lovren, Rakitskiy, Zhirkov (73′ Azmoun); Malcom, Kuzyaev, Barrios (59′ Driussi), Douglas Santos (36′ Sutormin), Mostovoy (59′ Musaev); Dzyuba, Erokhin (73′ Shamkin). All. Semak

Ammoniti: Barrios, Lovren, Rakitskiy, Acerbi

MARCATORI: 3′ e 55′ rig. Immobile (L), 22′ Parolo (L), 25′ Dzyuba (Z)

Vince anche la Juventus, ma con tanta fatica. A sorpresa, la sblocca a sorpresa Uzuni, poi ci pensa il solito Ronaldo a rimediare prima dell’intervallo. Palo di Bernardeschi e triplo cambio offensivo (Morata, Chiesa e Kulusevski) per Pirlo, frenato dalle parate di Dibusz e da un altro palo dello spagnolo ex Atletico Madrid che segna il gol qualificazione al 92′.

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, Danilo, De Ligt, Alex Sandro; McKennie (62′ Kulusevski), Arthur (83′ Ramsey), Bentancur (83′ Rabiot), Bernardeschi (62′ Chiesa); Dybala (62′ Morata), Ronaldo. All. Pirlo

FERENCVAROS (3-4-3): Dibusz; Blazic, Frimpong, Dvali; Lovrencsics (75′ Botka), Siger (75′ Laidouni), Somalia, Heister; Zubkov (70′ Isael), Uzuni, Nguen (70′ Boli). All. Rebrov

AmmonitiSiger (F), Danilo (J)

MARCATORI: 19′ Uzuni (F), 35′ Ronaldo (J), 92′ Morata (J)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui