Home Cinema 8 ½ di Federico Fellini

8 ½ di Federico Fellini

212
0

Guido è un regista; Ha quarant’anni ed è stanco. Tutto ciò che lo riguarda è ormai spento: il rapporto con la moglie, col suo produttore, con gli amici, persino con l’amante.

Nel 1963 Federico Fellini aveva girato otto film e mezzo. Il titolo dell’opera esprime la condizione esatta in cui Fellini si trovava in quel momento e, soprattutto, la confusione di un regista che non riesce a far partire il film che ha in mente.

Occorre avvicinarsi al capolavoro di Fellini con tenerezza: il tormento di Guido, protagonista e alter ego dello stesso regista, è un tormento che conosciamo bene. Guido viaggia ad ogni soffio di vento: torna indietro alla sua casa d’infanzia, alla Saraghina, all’educazione cattolica, alle donne della sua vita.
Quando tutto sembra volgere verso un triste finale e l’esistenza sembra perdere di qualsiasi significato, Guido viene però colto da una sublime percezione. Chissà se si tratterà di una reale folgorazione oppure di un’ennesima illusione.
l’Io solitario che gira intorno a se stesso e si nutre soltanto di sé finisce strozzato da un gran pianto o da un gran riso.

Otto e mezzo, raccontando di un regista che immagina – non realizza ancora – di girare un film, non può essere classificato come semplice “cinema nel cinema” o “metacinema”.

Dopo La dolce vita, Otto e mezzo impone definitivamente il nome di Marcello Mastroianni:
“Sono proprio contento di essergli diventato amico” commenta Federico Fellini “ho acquistato un amico nuovo. E mi riconosco così profondamente in lui, in questa specie di operazione magica, che certe volte, guardandomi allo specchio, ho la sensazione di vedere la sua faccia”.

Vincitore di due Premi Oscar (miglior film straniero, migliori costumi) e sette Nastri d’Argento, Otto e mezzo è il film più autentico di Fellini e, a mio parere, uno dei film più belli mai realizzati.

Genere: Drammatico, Grottesco

Anno: 1963

Regia: Federico Fellini

Attori: Marcello Mastroianni, Claudia Cardinale, Anouk Aimée, Sandra Milo, Madeleine LeBeau, Mario Pisu, Barbara Steele, Neil Robinson, Mino Doro, Mario Tarchetti, Eugene Walter, Gilda Dahlberg, Caterina Boratto, Annie Gorassini, Ian Dallas, Bruno Agostini, Guido Alberti, Elisabetta Catalano, Rossella Como, Annibale Ninchi, Giuditta Rissone, Edy Vessel, Polidor, Rossella Falk, Eddra Gale, Giulio Calì, Yvonne Casadei, Elisabetta Cini, Dina De Santis, Sebastiano Di Leandro, Eva Gioia, Marisa Colomber, Mario Conocchia, Maria Rimondi, Cesarino Miceli Picardi, Francesco Rigamonti, Matilde Calnam, Jacqueline Bonbon, Mark Herron, Mary Indovino, Riccardo Guglielmi, John Karlsen, Alfredo De La Feld, Marco Gemini, Sonia Gessner, Antonio Acqua, Tito Masini, Palma Mangini, Roberto Nicolosi, Giulio Paradisi, Jean Rougeul, Frazier Rippy, Luciana Sanseverino, Hazel Rogers, Roberta Valli, Maria Tedeschi, Georgia Simmons, Nadine Sanders, Jean Rougel, John Stacy

Paese: Italia, Francia

Durata: 140 min

Distribuzione: CINERIZ – DOMOVIDEO, MONDADORI VIDEO, DE AGOSTINI, MULTIGRAM, L’UNITA’ VIDEO

Sceneggiatura: Federico Fellini, Ennio Flaiano, Brunello Rondi, Tullio Pinelli

Fotografia: Gianni Di Venanzo

Montaggio: Leo Catozzo

Musiche: Léo Ferré, Nino Rota

Produzione: FEDERICO FELLINI E ANGELO RIZZOLI PER LA CINERIZ (ROMA), FRANCINEX (PARIGI)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui