Home Musica Festival di Sanremo 2021, Amadeus: “Temevo di deludere le persone, così ho...

Festival di Sanremo 2021, Amadeus: “Temevo di deludere le persone, così ho deciso di rifarlo”

116
0

“Adesso dovrò inseguire Fiorello, imprevedibile com’è, cercherò di convincerlo a venire. Noi siamo soprattutto due persone che si vogliono bene, lui sa che ha le porte spalancate. Fiore è un genio e ha illuminato il Festival di Sanremo: poter essere insieme sul palco è per me la più grande gioia”, ha spiegato il padrone di casa nella sua prima intervista rilasciata al settimanale Tv Sorrisi e Canzoni

“Il Festival di Sanremo sarà di nuovo affidato al direttore artistico Amadeus, persona misurata, garbata, ma anche grande intrattenitore, che ha fatto un gran lavoro di selezione delle canzoni”, l’annuncio della Rai, attraverso le parole di Stefano Coletta, è arrivato nei giorni scorsi. “Adesso dovrò inseguire Fiorello, imprevedibile com’è, cercherò di convincerlo a venire. Noi siamo soprattutto due persone che si vogliono bene, lui sa che ha le porte spalancate. Fiore è un genio e ha illuminato il Festival di Sanremo: poter essere insieme sul palco è per me la più grande gioia”, ha spiegato il padrone di casa nella sua prima intervista rilasciata al settimanale Tv Sorrisi e Canzoni.

La novità per quello che definisce il 70+1 è nelle date: il Festival slitterà a marzo, precisamente dal 2 al 6, proprio per il Coronavirus. “Avendo ottenuto quel risultato avevo deciso di fermarmi”, ha spiegato Amadeus reduce dal boom di ascolti della precedente edizione. Nel mezzo una pandemia e le richieste di molti per un bis: “Allora mi sono detto: ‘Se me ne vado adesso mi sembra di abbandonare qualcosa. Come dire: è andata bene e quasi quasi scappo. Temevo di deludere le persone, allora ho pensato di rifarlo per regalare alla gente una situazione di normalità e soprattutto di rinascita”.

Nessuna rivoluzione per il regolamento ma il giovedì sera, che cadrà proprio il 4 marzo, sarà dedicato alla canzone d’autore italiana, non necessariamente legata a Sanremo. A votare l’orchestra e la serata farà parte della gara. “Invece di finire alle due e un quarto di notte quest’anno finirò…alle due meno un quarto. Ci saranno così tante cose che per cinque giorni varrà la pena di dormire un po’ meno (ride, ndr)”, ha scherzato il direttore artistico. Chi arriverà a Sanremo? Per ora è tutto in divenire:”Maria De Filippi a Sanremo 2021? A oggi tutto è possibile. Ogni nome è funzionale a un’idea. Non mi sento di escludere nessuno perché magari ora non ce l’abbiamo in mente ma fra tre mesi ci viene l’idea giusta. Pensi che Fiorello la gag con Maria l’ha inventata la mattina stessa. Jovanotti? Magari! Innanzitutto perché è un grande artista ed è un grandissimo amico mio e di Fiore”.

Dal 22 ottobre in arrivo la novità Ama Sanremo: “È un vero esperimento di seconda serata anticipata di Rai1. Da giovedì 22 ottobre in seconda serata alle 22:45 andranno in onda in diretta da Roma cinque puntate settimanali che avranno lo scopo di far conoscere e poi selezionare i Giovani di Sanremo. In ogni puntata si esibiranno quattro artisti e ci sarà una giuria di tre personaggi televisivi che, assieme alla commissione musicale da me presieduta e al televoto, stilerà una classifica: passano i primi due di ogni puntata. Sarà un programma con un’atmosfera informale, da club, dove i ragazzi saranno al centro dell’attenzione. I 10 vincitori parteciperanno il 17 dicembre alla prima serata di Sanremo Giovani. Saranno infine otto, con quelli di Area Sanremo, a salire sul palco dell’Ariston”, ha concluso il conduttore.

Fonte:
https://www.ilfattoquotidiano.it/

Ogni immagine presente su questo sito è protetta da Copyright e pertanto ai sensi dell’art. 2575 c.c è assolutamente vietato ogni utilizzo e/o riproduzione senza previo consenso da parte dell’autore.

www.lucianosquitieri.it

Luciano Squitieri Photography

Articolo precedenteTroppo Barça per il Napoli: è 3-1 al Camp Nou
Articolo successivo1°TORNEO CALCIO A 5 CITTÀ DI SARNO
Luciano Squitieri nasce nel 1988 a Sarno, cresce tra Striano, un piccolo paesino alle pendici del Vesuvio, e Santa Maria di Castellabate, piccolo borgo nel cuore del Cilento. Mentre studia per il diploma in Elettronica ed Automazione presso l’istituto superiore “ITIS E. Fermi” di Sarno, si avvicina al mondo della fotografia, lasciandosi ispirare dei grandi nomi della street photography. Conseguito il diploma nel 2009, Luciano decide che la fotografia sarà il suo pane quotidiano. Seguendo le orme di suo fratello Gianni, imbraccia la fotocamera e lavora duro per imparare tutti i trucchi del mestiere. Nel 2015, dopo tre anni di impegno e dedizione, gli viene consegnato il tesserino ufficiale dell’Ordine dei Giornalisti, realizzando il suo sogno di essere un giornalista pubblicista. Questo il punto di svolta della carriera di Luciano che lo porta da Made in Sud, noto programma comico di Rai 2, fino al Festival di Sanremo dove conosce personaggi illustri del mondo dello spettacolo. Nel 2016 fonda la testata giornalistica Resportage, della quale è direttore e fotoreporter. L’animo gentile e la disponibilità estrema fanno di Luciano la persona giusta alla quale affidarsi per immortalare i momenti più importanti. Per Luciano la fotografia non è solo una professione ma uno stile di vita. “Dalla prima fotografia all’ultima, ogni volta provo sempre la stessa emozione quando scatto”. Luciano Squitieri

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui