Home Calciobalilla Emergenza COVID-19, dal CIP via libera al piano di riparto dei 5...

Emergenza COVID-19, dal CIP via libera al piano di riparto dei 5 milioni di euro destinati allo sport paralimpico di base

226
0

ll Comitato Italiano Paralimpico ha dato il via libera al piano di riparto del finanziamento di 5 milioni di euro destinato al sostegno dell’associazionismo sportivo di base al fine di fronteggiare la crisi economica causata dalla pandemia da COVID-19 e favorire la graduale ripresa dell’attività sportiva.

Alle Federazioni spetterà il compito di individuare i beneficiari dell’intervento e l’ammontare del contributo secondo specifici criteri approvati dalla Giunta nazionale del CIP. Il Comitato Italiano Paralimpico, all’esito provvederà all’erogazione delle somme.

Potranno accedere ai contributi le Associazioni e le Società Sportive Dilettantistiche che abbiano sede sul territorio italiano, siano iscritte al registro Nazionale CIP o CONI e abbiano svolto attività paralimpica nell’anno 2019.

Nelle loro valutazioni le Federazioni dovranno necessariamente tener contro anche del numero di tesserati e dell’effettiva partecipazione delle Associazioni e Società sportive dilettantistiche all’attività federale. L’obiettivo del CIP è di rendere disponibili queste risorse entro il mese di luglio.

“Stiamo velocizzando il lavoro amministrativo per consentire di trasferire al più presto questi 5 milioni di euro a tutte quelle realtà sportive di base che stanno attraversando una crisi durissima. Alcune di queste non riescono più a garantire lo svolgimento delle attività paralimpiche. Si tratta di un rischio che non possiamo correre. Migliaia di ragazze e ragazzi con disabilità vivono lo sport come uno dei pochi strumenti di socialità e benessere. Per fortuna, grazie al prezioso lavoro svolto quotidianamente dalle Federazioni e dalle Discipline sportive, possiamo contare su una macchina ben rodata. Vogliamo fare in modo che queste risorse giungano nel momento del bisogno”. È quanto dichiara Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico.

Articolo precedentePasta fresca senza glutine . Ricette e valori nutrizionali .
Articolo successivoDalle stelle alle stalle: la Francia del 2002
Luciano Squitieri nasce nel 1988 a Sarno, cresce tra Striano, un piccolo paesino alle pendici del Vesuvio, e Santa Maria di Castellabate, piccolo borgo nel cuore del Cilento. Mentre studia per il diploma in Elettronica ed Automazione presso l’istituto superiore “ITIS E. Fermi” di Sarno, si avvicina al mondo della fotografia, lasciandosi ispirare dei grandi nomi della street photography. Conseguito il diploma nel 2009, Luciano decide che la fotografia sarà il suo pane quotidiano. Seguendo le orme di suo fratello Gianni, imbraccia la fotocamera e lavora duro per imparare tutti i trucchi del mestiere. Nel 2015, dopo tre anni di impegno e dedizione, gli viene consegnato il tesserino ufficiale dell’Ordine dei Giornalisti, realizzando il suo sogno di essere un giornalista pubblicista. Questo il punto di svolta della carriera di Luciano che lo porta da Made in Sud, noto programma comico di Rai 2, fino al Festival di Sanremo dove conosce personaggi illustri del mondo dello spettacolo. Nel 2016 fonda la testata giornalistica Resportage, della quale è direttore e fotoreporter. L’animo gentile e la disponibilità estrema fanno di Luciano la persona giusta alla quale affidarsi per immortalare i momenti più importanti. Per Luciano la fotografia non è solo una professione ma uno stile di vita. “Dalla prima fotografia all’ultima, ogni volta provo sempre la stessa emozione quando scatto”. Luciano Squitieri

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui