Home Attualità Carnevale Strianese, la fine di un calvario? Il presidente: sono fiducioso

Carnevale Strianese, la fine di un calvario? Il presidente: sono fiducioso

930
0

Sono finalmente iniziati i lavori di bonifica dell’area ‘Cittadella del Carnevale’ sita in via Poggiomarino adibita alla realizzazione dei carri allegorici. Dopo un lungo iter burocratico si vede la luce infondo al tunnel. É la fine di un calvario iniziato a marzo 2019 dove veniva posto sotto sequestro l’intera area da parte della della GDF. Seguiranno aggiornamenti

Siamo finalmente arrivati al grande giorno, quello della bonifica dell’area della Cittadella del Carnevale. Un primo grande passo é stato fatto, sicuramente non ci aspettavamo tempi così lunghi, é trascorso più di un anno dalla chiusura dell’area. Questo lungo percorso burocratico ha infatti compromesso l’edizione del carnevale 2020 che purtroppo non si é tenuta. In qualità di presidente neoeletto insieme a tutta l’associazione siamo impazienti di poter mettere in campo le esperienze maturate negli anni precedenti e di far crescere sempre di piu questa manifestazione. Ringrazio tutti coloro che si sono impegnati per la bonifica dell’area affinché possa essere nuovamente messa a disposizione dall’associazione . Sono queste le parole a caldo del Presidente Gennaro Rega.

Foto: per gentile concessione dal Presidente del Carnevale Strianese

Articolo precedenteDRIVE -Nicolas Winding Refn
Articolo successivo15 Aprile 1967. È morto Totò. 53 anni fa ci lasciava “Il Principe della risata”
Luciano Squitieri nasce nel 1988 a Sarno, cresce tra Striano, un piccolo paesino alle pendici del Vesuvio, e Santa Maria di Castellabate, piccolo borgo nel cuore del Cilento. Mentre studia per il diploma in Elettronica ed Automazione presso l’istituto superiore “ITIS E. Fermi” di Sarno, si avvicina al mondo della fotografia, lasciandosi ispirare dei grandi nomi della street photography. Conseguito il diploma nel 2009, Luciano decide che la fotografia sarà il suo pane quotidiano. Seguendo le orme di suo fratello Gianni, imbraccia la fotocamera e lavora duro per imparare tutti i trucchi del mestiere. Nel 2015, dopo tre anni di impegno e dedizione, gli viene consegnato il tesserino ufficiale dell’Ordine dei Giornalisti, realizzando il suo sogno di essere un giornalista pubblicista. Questo il punto di svolta della carriera di Luciano che lo porta da Made in Sud, noto programma comico di Rai 2, fino al Festival di Sanremo dove conosce personaggi illustri del mondo dello spettacolo. Nel 2016 fonda la testata giornalistica Resportage, della quale è direttore e fotoreporter. L’animo gentile e la disponibilità estrema fanno di Luciano la persona giusta alla quale affidarsi per immortalare i momenti più importanti. Per Luciano la fotografia non è solo una professione ma uno stile di vita. “Dalla prima fotografia all’ultima, ogni volta provo sempre la stessa emozione quando scatto”. Luciano Squitieri

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui